Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campionato Primavera: Juventus – Sampdoria 1-1

I giovani blucerchiati escono indenni da Vinovo

Vinovo. I giovani della Samp affrontano i primi della classe, i bianconeri della Juventus, reduci da una impressionante serie di risultati utili consecutivi.

Un impegno che appare quasi proibitivo, quello sul sintetico torinese, se non fosse che “la palla è’ rotonda” e che proprio contro i blucerchiati è arrivata l’ultima sconfitta bianconera.

Vediamo dunque i due “undici” pronti a scendere in campo:

Juventus: Audero,Lirola, Zappa, Cassata, Parodi, Coccolo, Macek, Kastanos, Favilli, Clemenza, Pozzebon.

Sampdoria: Massolo, De Filippi, Massa, Serinelli, Matulevicius, Tissone, Bacigalupo, Calo’, Ponce, Cioce, Vrioni.

Parte senza timori reverenziali la Samp è già al 7′ Ponce impensierisce Audero col suo sinistro.

All’11’ Massolo risponde da par suo al collega, con una bella uscita in tuffo.

Al 21′ fallo inesistente fischiato dall’arbitro, Cassata calcia a giro la punizione e Massolo alza il pallone sopra la traversa.

Al 23′ altro fallo “alla rovescia” contro la Samp… Partita piacevole, nonostante l’inclemenza del tempo, che rende il terreno oltremodo scivoloso.

Al 32′ Kastanos fallisce un goal incredibile, leggermente sbilanciato da Massa.

Al 33′ ammonito Favilli:  supremazia della Juve nel possesso palla, ma la Samp è in partita… da squadra vera.

Al 43′ e al 44′ ci prova due volte Kastanos, prima di testa e poi da lontano: Massolo risponde “presente”.

Finisce il primo tempo a reti inviolate, risultato “giusto”.

Si riprende, senza nessuna sostituzione e con buon piglio da parte di entrambe le formazioni.

Al 48′ la panchina juventina (da oltre 50 metri) invoca un rigore… mentre sono tenui le lamentele di chi è a due passi.

Al 51′ Ponce non trova lo specchio della porta, di testa, da una comoda posizione. Continua la bella prestazione dei ragazzi di Pedone, sempre propositivi e tutt’altro che passivi. Due atterramenti di Ponce lasciano indifferente l’arbitro.

Al 64′ Tommasini per Vrioni nella Samp e Di Massimo per Pozzebon nella Juve.

Al 70′ bene, in chiusura, Bacigalupo , che sta dimostrandosi un giocatore con un probabile futuro da professionista.

Al 72′ un siluro terra/aria del centrocampista cipriota Kastanos sblocca il risultato, ma due minuti dopo Tommasini approfitta di una dormita dei difensori torinesi e va a segnare, in solitaria, il goal del pari (1-1).

Al 75′ Massolo para alla grande sullo spagnolo Lirola.

Al 76′ bella chiusura, questa volta di Matulevicius, che sa dare sicurezza e tranquillità alla difesa.

All’82’ gomitata di Clemenza a Serinelli (sia pur involontaria).

All’83’ Morselli per un nervoso Kastanos.

All’85’ su cross di Lirola, la Juve si divora un goal clamoroso.

All’86’ entra Dotto al posto di Cioce.

All’89’ slalom di Cassata, con un tentativo di conclusione a giro, alla Del Piero.

Al 90′ esce Macek e entra l’argentino Vadala‘, che meno di due minuti dopo sfiora il palo con un bel tiro.

Al 93’ Favilli si butta platealmente a terra, alla ricerca di un inesistente rigore e si becca la seconda ammonizione per simulazione e la relativa espulsione, pochi secondi prima del triplice fischio di chiusura….. fine della striscia infinita di vittorie consecutive della Juventus… il traguardo verso i play off resta difficile da raggiungere … ma questo è un gruppo che avrà “futuro”.