Quantcast
Blucerchiati corsari

Campionato Primavera: Novara-Sampdoria 0-2

Giacomo Calò e Andres Ponce i marcatori

Giacomo Calò  Sampdoria primavera

Novara. Sul campo 5 del “Novarello”, la Sampdoria Primavera concede il bis e dopo la vittoria col Carpi, batte 2-0 i pari età azzurri piemontesi (una casacca storica, vestita dal ’47 al ’54 da uno dei più grandi centravanti della storia del calcio italiano, Silvio Piola) e ci riesce grazie ai goal di Calò al 5° e di Ponce al 58°.

Anche oggi, Andrés Ponce, seppur su rigore, ha timbrato il cartellino, festeggiando così degnamente il ritorno in blucerchiato, dopo il debutto con la maglia della Nazionale maggiore venezuelana, a Barinas, dove, nello stadio “Augustin Tovar”, anche detto “La Carolina”, è subentrato, nella seconda frazione di gioco, al compagno Moreno, nell’amichevole vinta 1-0 dalla formazione “vinotinta” con la Costa Rica.

Bravo il triestino Giacomo Calò (nella foto) a sboccare il risultato, messo in cassaforte da Ponce, realizzando un penalty, che gli ha consentito di mettere a segno la diciassettesima rete (una a partita).

Novara (4-4-2): Cavana; Cestagalli, Burbi, Antonielli, Beve; Bollimi (dal 77′ Lukamovic), Leontini (dal 46′ Samokho), Collodel, Pavesi (dal 65′ Agyemang); Parravicini, Torregrossa.
 A disposizione: Frattini, D’Astoli, Pasqualotti, Lattaruco, Bosil, Besuzzo, Ruzzittu. Allenatore: Giacomo Gattuso.

Sampdoria (3-5-2): Massolo; Defilippi, Matulevicius, Massa; Bacigalupo, Serinelli, Cioce (dall’85′ Dotto), Calò, Tissone; Tommasini (dal 53′ Baumgartner), Ponce(dal 63′ s.t. Vrioni).
 A disposizione: Cavagnaro, Barry, Gilardi, Oliana, Nardini, Tessiore.
 Allenatore: Francesco Pedone.

Arbitro. Amabile di Vicenza.
 Assistenti: Liberato Angotti e Marchi.

Classifica: Juventus 43
 Sassuolo 39
 Entella 36 
Fiorentina 36 
 Torino 29 (*)
 Sampdoria 27 
Spezia 23
 Genoa 21 
Modena 18
 Novara 15
 Pro Vercelli 13 (*) 
Carpi 11 
Livorno 9
 Trapani 8

(*)
una gara in meno

Più informazioni
leggi anche
presentazione montella bogliasco
Serie a
La Sampdoria aspetta l’Atalanta, Montella: “Più rabbia per uscire dal momento no”