Quantcast
Serie b femminile

Ancora una sconfitta per le genovesirisultati

Non arriva il riscatto nell'ultima giornata di andata. Troppo forti Cuneo e Castelfranco

Molassana Boero

In Serie B femminile le due genovesi erano chiamate al pronto riscatto dopo un periodo nero dal punto di vista dei risultati. Purtroppo i tifosi del Molassana Boero e dell’Amicizia Lagaccio dovranno attendere ancora, perché le due compagini perdono entrambe con ben tre gol di scarto.

Certamente non capitano nel momento giusto gli scontri con Castelfranco e Cuneo, le regine di questo campionato, che si stanno alternando in testa alla classifica. Il Castelfranco ha perso proprio sette giorni fa la testa della classifica venendo sconfitta nello scontro diretto da un Cuneo implacabile che con la vittoria odierna si laurea campione d’inverno a spese, ahinoi, di un’Amicizia scesa in campo con troppi timori reverenziali.

Le piemontesi non hanno avuto pietà e si sono immediatamente impadronite del match, andando a segno dopo soli quattro minuti con Cama, fra le migliori marcatrici del torneo. Palla spiovente da calcio d’angolo, dormita dei centrali e l’attaccante cuneese ha buon gioco ad insaccare sotto misura.

Le genovesi, lungi dal mostrare una reazione di carattere, subiscono lo shock e al 12° Papaleo batte Ferrari con un tiro frutto di una bella azione corale. Le verdiblu provano a rialzare la testa con Nietante che calcia sull’esterno della rete al 25°. Poi è Pesce, che nel Cuneo ha militato, che prova siglare il più classico gol dell’ex, ma il palo le dice di no. Una delle migliori fasi di gioco questa per le lagaccine che mettono alle corde il Cuneo, ma la palla non vuole entrare e il primo tempo termina 0-2.

Nella ripresa tutti si aspettano un assedio delle genovesi, ma dopo poco più di dieci minuti, al 58°, Magnarini cala il tris con un tap – in ancora sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Tutta la carica che le lagaccine avevano in corpo per giocare un secondo tempo all’attacco scema a favore di uno sconforto che fiacca le loro azioni. Il tecnico piemontese può permettersi addirittura di far esordire due under 17 che il risultato non cambia.

Per la squadra di Mario Antonini sono state fatali le situazioni su palla inattiva, punto sul quale il tecnico dovrà lavorare molto, ma anche sul carattere. Troppo timorosa e timida questa Amicizia rispetto a quella vista ad inizio campionato. Il Cuneo si prende tiene la testa della classifica, ma con un altro piglio probabilmente le verdiblu avrebbero potuto strappare almeno un punticino alle piemontesi. Genovesi che scendono al terzo posto.

Diverso quanto accaduto in Toscana, a Castelfranco di Sotto dove le padrone di casa si sono imposte con un netto 4-1 sulle pantere di Alessandra Berlingheri. Il risultato, però mente su quanto visto in campo con le rossoazzurre che hanno giocato alla pari contro le seconde in classifica. Non a caso la partita rimane avara di emozioni per oltre venti minuti e il primo tiro è di Belloni che trova la deviazione di un’avversaria, la palla arriva a Zoppi che calcia bene, angolando il tiro, la risposta del portiere è da manuale.

Poco dopo è Coppolino che impegna severamente il portiere locale, ma ancora una volta la risposta è perfetta. Nel momento di maggior pressione arriva il gol delle toscane grazie a un tiro non potentissimo, ma preciso da fuori area, palla nell’angolino e 1-0.

Al 36° raddoppiano le gialloblu con una punizione dalla lunga distanza che Bacigalupo tocca,  ma non trattiene e palla in rete. Nella ripresa le pantere provano a rialzare la testa e accorciano su calcio di punizione tirato da Olivero e poco dopo Calcagno sfiora il pareggio fermata ancora una volta dall’ottimo portiere toscano, brava ad uscire in presa bassa.

Ma il Castelfranco dimostra di non essere lassù per caso e sulla ripartenza rimette due gol di distanza fra le squadre: azione ubriacante e tiro potente sotto la traversa sul quale non può nulla Ferrari. Il quarto gol arriva su azione offensiva delle pantere, Carbone calcia a lato e la squadra, sbilanciata alla ricerca del gol, subisce il poker delle toscane.

Come detto punteggio non veritiero di quanto visto. Se si cercava una reazione i tifosi dellle pantere possono essere soddisfatti. Con questo piglio, e un po’ di cinismo in più sotto porta le rossoazzurre risaliranno velocemente dalla nona posizione in cui si trova ora.

Nel prossimo turno al Molassana arriva l’Alessandria, mentre l’Amicizia Lagaccio ospita il Castelvecchio. Due squadre ampiamente alla portata delle compagini genovesi in cerca di punti.

Più informazioni