Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trofeo Aragno da record nell’edizione delle celebrazioni

Si gareggerà anche al venerdì pomeriggio: in gara ben 47 società e circa 1200 atleti

Genova. È l’anno delle celebrazioni, numeri a cifra tonda e piena. La 10ª edizione del Trofeo di nuoto G.S. Aragno “Acquacenter i Delfini” si svolgerà nel 70° della storica società genovese.

Un richiamo importante e consolidato per il nuoto italiano che si dà volentieri appuntamento a Genova Pra’ per testare la preparazione e ritoccare il cronometro.

I giorni di gare diventano tre con l’aggiunta del venerdì, una sessione pomeridiana interamente dedicata allo sprint. Batterie e finali di categoria, tutti gli stili sulla distanza dei 50 metri, e ancora spettacolo con la staffetta 4×50 stile libero mista, squadre composte da due ragazze e due ragazzi.

Nella giornata di sabato e domenica mattina le batterie dei 100 e le finali dirette delle gare che compongono il resto del programma. Da quest’anno spazio anche al fondo: 800 e 1500 in programma nella pausa pranzo della domenica. Appuntamento il pomeriggio stesso per tutte le finali dei 100 per ogni categoria.

Con l’ampliamento del programma gare questa decima edizione è da massimi assoluti come presenze gara e partecipanti: 47 società, isole comprese con Palermo e Oristano; circa 1200 atleti e 4080 presenze comprese le finali. Un triplice record rispetto alle edizioni precedenti.

Tra i nomi assoluti più rappresentativi vi saranno Erica Musso (Fiamme Oro), argento nella staffetta 4×200 stile libero ai Mondiali di Kazan, Francesco Pavone (Esercito) argento nei 200 farfalla ai campionati italiani invernali di Riccione ed il “gioiello” del Genova Nuoto Claudia Tarzia.

L’aperitivo si è gustato lo scorso fine settimana con il trofeo dedicato alla categoria Esordienti, con numeri altrettanto importanti con 1500 presenze gara.

Marco Ghiglione, direttore dell’Acquacenter I Delfini di Pra’, afferma: “Una festa per il nuoto ligure ed italiano, ma soprattutto la celebrazione dei 70 anni della società Aragno. È il primo atto di una serie di manifestazioni programmate nel corso del 2016 per un importante compleanno”.

“Ci sono i contenuti sportivi – prosegue Ghiglione – e come sempre il ricordo di amici che ci hanno lasciato e come è tradizione consegneremo la targa Alessio Stefanelli alla combinata nel dorso e la targa Mattia Medici alla combinata nello stile. Un ringraziamento anticipato a tutti i collaboratori ed i volontari che stanno collaborando perché tutto sia perfetto, a cominciare da tre fondatori come Giovanni Buzzi 78 anni, Lorenzo Ferrari 81, Angelo Bottino 78, da sempre al fianco del G.S. Aragno”.

In occasione del Trofeo di Nuoto sarà presentato il libro che ripercorre la vita sportiva e sociale della società, dal titolo “Una Storia di Uomini e di Passione Sportiva. Aragno 1946-2016”, scritto da Monica Bruzzone.