Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tentato suicidio a Marassi, il sindacato denuncia: “situazione esplosiva”

Genova. Nuovo allarme del sindacato autonomo di polizia penitenziaria dopo il tentato suicidio di un giovane detenuto nel nord Africa, che ha tentato l’impiccagione in cella e, attualmente, e ‘ in stato di coma. A denunciate il problema il segretario del SAPPE che ricorda come, “solo a Marassi si sia già superato la soglia di 20 tentati suicidi, detenuti salvati solo grazie alla professionalità della polizia penitenziaria.

Gli eventi critici di Marassi, spiega il sindacato “sono la prova della disattenzione verso la sicurezza in quell’istituto”. Il Sappe, quindi, ricorda come, a breve, e’ attesa la chiusura del Provveditorato regionale che aveva l’incombenza di gestire gli istituti penitenziari della regione.
“Verranno accorpati gli istituti di Chiavari con La Spezia, Imperia con Sanremo e Savona con Genova Pontedecimo. Una bella miscellanea di confusione che non farà altro che implementare già la disordinata gestione delle carceri liguri.

“In questo duro panorama – afferma il SAPPe – è sconcertante apprendere la notizia della soppressione del carcere di Savona decretata dal Ministro Orlando. il che significa che i detenuti della provincia andranno ad aumentare il già elevato numeri di detenuti presenti a Marassi o in altri istituti e non solo ma sono innumerevoli le conseguenze che tale soppressione comporterà. Tutto questo perchè non si hanno le idee chiare su dove far sorgere il nuovo istituto savonese”.