Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Levante, avanti tutta verso la riqualificazione del porto: a Riva anche il molo traghetti

Sestri Levante. “Procediamo verso la definizione degli interventi di messa in sicurezza, riorganizzazione e riqualificazione dell’area portuale – dichiara il sindaco di Sestri Levante, Valentina Ghio – attraverso l’affidamento dell’incarico per lo studio di fattibilità riguardante proprio gli interventi necessari alla risistemazione dei servizi e delle infrastrutture dell’area”.

E’ stato affidato, lo scorso 22 dicembre, allo Studio OBR Open Building Research di Milano l’incarico per la redazione dello studio di fattibilità relativo agli interventi di riorganizzazione e riqualificazione dell’area, dei servizi portuali e delle infrastrutture. Un primo esito del lavoro è previsto per la metà del 2016.

Gli obiettivi che verranno perseguiti attraverso lo studio di fattibilità comprendono: messa in sicurezza del bacino portuale; riordino funzionale e gestionale dei servizi portuali finalizzato ad una maggiore partecipazione pubblica; implementazione dei servizi di terra per il diporto ed i mega yachts; miglioramento funzionale delle banchine in riferimento alla pesca professionale; flessibilità stagionale degli approdi.

Lo studio di fattibilità comprende anche la progettazione di un molo attracco traghetti a Riva ponente con l’obiettivo di riportare anche in questa baia lo scalo dei traghetti turistici come accadeva molti anni fa.

L’obiettivo acquista ancora maggiore significato poiché affiancato dal Polo degli sport blu di prossima realizzazione nell’ambito della riqualificazione della passeggiata di Riva. Lo studio di fattibilità avrà la finalità di individuare le potenzialità dell’area dell’approdo, definendo una strategia per la sua riorganizzazione e riqualificazione. Lo studio di fattibilità inoltre definirà un dimensionamento ed un programma funzionale di massima, unitamente a verifiche di fattibilità economico gestionale. OBR svolgerà un ruolo di regia nell’organizzazione di team multidisciplinari, coordinando tutti gli ambiti disciplinari coinvolti nel progetto (architettura, urbanistica, ingegneria idraulico-marittima, sostenibilità economica e gestionale, etc).

“Proseguendo nell’ottica della partecipazione avviata da questa Amministrazione anche in altri ambiti (nuovo sistema raccolta rifiuti, PUC, Piano Arenili…) il lavoro prevede ampio confronto con i soggetti che a diverso titolo operano nell’area portuale”, conclude il sindaco.