Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie C Silver: il Tigullio piega l’Ospedaletti risultati

Il Sestri Levante ha la meglio sull'Ardita Juventus con il minimo scarto

Genova. In Serie C Silver è già partito lo sprint finale: si è giocata la terza giornata del girone di ritorno; restano da disputare otto turni.

Fermo per riposo il Cus Genova, lo scorso week end si è vissuta un’altra giornata pro spezzine. Il Follo ha staccato i biancorossi, battendo con un perentorio 89-64 il Red Basket Ovada.

Il Sarzana non ha lasciato scampo ad un pur combattivo Pool 2000. La squadra di coach Bertieri si è imposta a Vado Ligure per 55 a 63.

Lo Spezia ha espugnato Chiavari, piegando un’Aurora che per 37 minuti ha giocato alla pari con la forte avversaria. Ai là del severo -16, quasi fotocopia del risultato di andata, si sono notati confortanti segni di risveglio tra i chiavaresi.

Spezia si presenta con un nuovo coach e l’atteggiamento di chi non vuole lasciare nulla di intentato per realizzare i programmi di inizio stagione, leggi primo posto che da diritto agli spareggi per salire di categoria. Per fare ciò ha allestito un roster extra-lusso per una C Silver ligure, dove il serbo Delibasic viene tenuto prudenzialmente a sedere per 40′ causa guai fisici, mentre sotto canestro impazza il lituano Jonikas, autentico castigamatti per i lunghi chiavaresi. In aggiunta c’è il rebus irrisolto di Manuel Ferrari, che con la sua atipicità provoca ferite nella difesa locale, più di quella inferta dallo spigoloso Caluri ad Edo Ferri.

Le condizioni fisiche poco rassicuranti consigliano Marenco a tener fuori Vercellotti dal quintetto iniziale. L’Aurora parte sparata, con la faccia giusta (9-0 al 5°) mentre Spezia non esce dai blocchi. Undici punti di Garibotto scavano un consistente divario all’8° (21-6), quando coach Martini usa un time-out per richiamare i suoi. Gli ospiti chiudono il gap a metà del secondo quarto pareggiando a quota 27, poi il fattaccio che costringe Ferri ad abbandonare la contesa per recarsi al pronto soccorso. Poco dopo, l’espulsione del Caluri per l’ennesimo fallo “sporco” acquieta gli animi e la gara può continuare senza problemi, con Spezia che cuoce a fuoco lento la volenterosa Aurora.

Nel terzo quarto i gialloblù prima si riaffacciano al comando (45-44 al 4°) poi subiscono un parziale di 12-0 che porta i bianconeri sul 64-50 all’inizio dell’ultimo tempino. Qui Terribile e Toschi hanno un bel sussulto che trascina i chiavaresi sulle ruote della capolista (62-68 a -3’23”), ma i gialloblù non hanno più benzina e finiscono senza più mettere punti a segno negli ultimi minuti, mentre il divario si fa impietoso.

Il tabellino:
Aurora Basket Chiavari – Spezia Basket Club 62-78
(Parziali: 22-11; 37-39; 50-61)
Aurora Basket Chiavari: Toschi 12, Ferri 2, Garibotto 22, Terribile 10, Costacurta; Vercellotti 2, Varrone, Podestà 5, Tealdi 5, Bottino 4. All. Marenco.
Spezia Basket Club: Cota 12, Marchini 10, Pipolo 9, Ferrari 21, Jonikas 22; Dal Padulo, Fazio 4, Caluri, Delibasic, Leporati. All. Martini.

Ottima prestazione del Tigullio, che ottiene la sesta vittoria stagionale e spera ancora di poter agganciare la quinta posizione, grazie al successo sulla squadra che la occupa attualmente: l’Ospedaletti. A Santa Margherita Ligure è andata in scena una partita molto divertente, con continui botta e risposta. Gli ospiti conducevano a pochi minuti dal termine, ma i ragazzi di coach Pezzi nel finale di gara hanno espresso il loro miglior gioco, vincendo di 6 lunghezze.

Tigullio Sport Team – Basket Club Ospedaletti 85-79
(Parziali: 22-22; 41-44; 63-66)
Tigullio Sport Team: Aldrighetti 3, Pittaluga 5, Kourentis, Wintour 20, Vexina, Caversazio 10, Lagomarsino 15, Somoye 22, Zolezzi, Diouf 10. All. Pezzi.
Basket Club Ospedaletti: Zunino 9, Massa, Sibilla 3, Bonino 4, Sartore 8, Cacace 15, Scala 20, Rossi 20, Scannella, Pistoia. All. Lupi.

Il Sestri Levante ha prevalso di misura sull’Ardita Juventus. Nonostante le condizioni climatiche proibitive all’interno della “siberiana” palestra di via Allende, il pubblico ha potuto assistere ad una buona gara, avvincente sul piano agonistico, e ad un piacevole intermezzo offerto dalle giovani majorette della società nerviese.

Sestri comincia bene, con una buona difesa e una buona percentuale realizzativa, con Francesco Conti, Reffi e Mariani già in doppia cifra a metà gara. Nel terzo periodo la squadra biancoverde fatica a rientrare in partita e si fa recuperare i 12 punti di vantaggio accumulati in precedenza. A pochi minuti della fine scende il gelo tra i sostenitori del Centro Basket quando l’Ardita, prima con Pietronave e poi con Negrini e Rovati, per la prima volta sorpassa gli ospiti. Ma il cambio di difesa, le due triple consecutive di Fabio Conti e i tiri dalla lunetta di Reffi e Calzolari allo scadere, consentono a coach Canepa di festeggiare nel migliore dei modi il suo compleanno.

Ardita Juventus – Centro Basket Sestri Levante 60-61
(Parziali: 16-19; 24-36; 47-44)
Ardita Juventus: Manica, G. Garaventa, Rossi 2, Negrini 9, Dallorso 6, G. Ferraris 4, Rovati 11, Sobrero 10, Pietronave 14, Carpenè 4. All. Chiesa.
Centro Basket Sestri Levante: Montinaro, Ferri, Reffi 17, Campanacci, Fa. Conti 8, Calzolari 6, Massucco 2, Mariani 10, Fr. Conti 18, Giudici. All. Canepa.