Quantcast
Pallanuoto

Serie A2, nuovo cambio in vetta: il Quinto vince a Lavagna e si prende il primo postorisultati

Il Camogli pareggia a Torino e affianca in seconda posizione i biancoblù

SC Quinto

Lavagna. Un continuo botta e risposta, sorpassi e pareggi. Rigori assegnati e sbagliati, rigori parati. Pali, traverse, doppie superiorità numeriche. Un gol decisivo sul suono della sirena, o quasi. Lavagna e Quinto hanno offerto grande spettacolo e adrenalina. Alla fine ad avere la meglio sono stati i colori biancorossi, grazie ad una rete di Matteo Spigno a tre secondi dalla fine in doppia superiorità numerica. Un gol che è valso i 3 punti e di conseguenza la vetta della classifica con 2 punti di vantaggio sulle inseguitrici.

Il tecnico Marco Paganuzzi invita tutti alla calma. “Già nelle passate stagioni ci eravamo trovati in testa e non abbiamo saputo gestire questa situazione – ammonisce –. Quindi ho detto subito ai ragazzi che non voglio vedere troppi sorrisi anche perché li aspetta la settimana più dura della stagione in vista della partita contro il Torino. Non voglio cali di tensione”. La soddisfazione dell’allenatore, però, è palpabile: “Siamo stati bravi – dice Paganuzzi –. Era una partita che poteva finire in pareggio, o addirittura con una vittoria del Lavagna. Noi abbiamo mantenuto i nervi saldi, non ci siamo fatti innervosire e abbiamo reagito dopo un pessimo avvio, con gli avversari in vantaggio di due gol. Poi loro sono sempre stati avanti e noi ad inseguire, sino all’inizio del quarto tempo dove abbiamo infilato un uno-due decisivo passando dal 4-3 al 4-5. Abbiamo avuto voglia di vincere e abbiamo vinto”.

Il tutto nonostante le defezioni di Azzarini e Luccianti e le non perfette condizioni di Turbati. “A tal proposito – chiude Paganuzzi – vogliamo dedicare la vittoria al nostro capitano Gabriele Luccianti, ormai fuori da tre settimane per via di un infortunio che sembra più serio del previsto. Siamo tutti con lui”.

Il Camogli aggancia il Lavagna in seconda posizione, portando a casa un punto da Torino. I bianconeri, a lungo sotto nel punteggio, sono riusciti ad evitare la sconfitta nell’ultimo quarto, aggiudicandoselo per 2 reti a 0.

Giornata no per il Crocera Stadium che tra le mura amiche non è ancora riuscito a vincere, ottenendo due pareggi e due sconfitte. I genovesi sono stati piegati dall’Imperia e scendono in nona posizione. Il Plebiscito Padova, infatti, li ha superati battendo l’Albaro Nervi per 12 a 10. Così come la formazione guidata da Dorigo, anche il Chiavari è stato sconfitto in trasferta, a Lodi, e resta al terzultimo posto.

Completa il programma la vittoria del Bologna sul Bergamo per 11 a 7.

Di seguito i tabellini degli incontri delle squadre di Genova e provincia.

Lavagna 90 – Sporting Club Quinto 5-6
(Parziali: 2-2, 0-0, 2-1, 1-3)
Lavagna 90: Graffigna, G Cotella, Congiu 1, Bassani, Giusti, Cimarosti, Oneto 2, Westermann, F. Cotella, Martini 1, Governari, Parisi 1, Casazza. All. Risso.
Sporting Club Quinto: Scanu, Prian, Brambilla, Greco, Turbati, Bianchi 1, Bogdanovic 2, Palmieri 1, Boero 1, Bittarello, Spigno 1, Amelio, Sgherri. All. Paganuzzi.
Arbitri: Barbera e Palmieri.
Note. Uscito per limite di falli: Bogdanovic nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lavagna 2 su 10 più 1 rigore fallito, Quinto 3 su 12 più 1 rigore fallito.

Torino 81 – Rari Nantes Camogli 8-8
(Parziali: 2-1, 2-2, 4-3, 0-2)
Torino 81: Rolle, Franchiello, Cranco, Azzi, Maffè, Oggero 2, Seinera 1, Vuksanovic 2, Lauria, Lojacono, Audiberti, Corti, Presciutti 3. All. S. Aversa.
Rari Nantes Camogli: Gardella, Beggiato 3, Iaci 1, Antonucci, Federici, Gatti, Guenna, Solari, Cocchiere 2, Pino 1, Licata, Cuneo, Caliogna 1. All. Magalotti.
Arbitri: Calabrò e De Girolamo.
Note. Usciti per limite di falli: nel terzo tempo Cuneo, nel quarto tempo Maffè e Antonucci. Superiorità numeriche: Torino 5 su 15, Camogli 4 su 9.

Crocera Stadium – Rari Nantes Imperia 7-10
(Parziali: 1-1, 2-2, 3-3, 1-4)
Crocera Stadium: Foroni, Elefante, Delle Piane, Bavassano, De Ferrari 2, Ferraris 2, Siri 1, Bosso, L. Fulcheris, Parodi 1, Bianchetti, Micheletto, A, Fulchceris 1. All.Campanini.
Rari Nantes Imperia: Conti, Ramone, Ravoncoli, G. Rocchi 1, Gazzano, Durante, Ferrari 2, Corio 1, G. Novara 1, Somà 3, F. Rocchi 1, E. Novara 1, Merano. All. Pisano.
Arbitri: Bensaia e Rotondano.
Note. Usciti per limite di falli: Gazzano, Durante e F. Rocchi nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Crocera 4 su 12, Imperia 6 su 13.

Club Wasken Boys – Chiavari Nuoto 12-7
(Parziali: 5-2, 3-3, 2-1, 2-1)
Club Wasken Boys: Ruggieri, Favini, Calarco, Legrenzi 2, Pederzoli 5, Zucchelli, Tortelli, Damonte 2, Boccali 2, Manfredi, Turelli, Manzone 1, Regonesi. All. Crimi.
Chiavari Nuoto: Cavo, Ferrari, Trivico, Mangiante 2, Oliva, Barrile 2, Marciano 3, Giambruno, Raineri, Signaigo, Rolla, Castagnola, Davin. All. Federici.
Arbitri: Pascucci e Roberti Vittory.
Note. Uscito per limite di falli: nel terzo tempo Giambruno. Superiorità numeriche: Wasken Boys 5 su 10 più 1 rigore segnato, Chiavari 3 su 8.

Plebiscito Padova – Albaro Nervi 12-10
(Parziali: 3-2, 4-3, 1-1, 4-4)
Plebiscito Padova: Destro, Segala, Chiriatti, Prete, Savio 4, Barbato 2, Gottardo, Maras 2, Zanovello 1, Conte 2, Spessato, Lagonigro, Tomasella 1. All. Fasano.
Albaro Nervi: Vio, Priolo 3, Dallagatta 1, Montecatta, Damonte, Vallarino 2, Giusti, Tortora, Loomis 1, Anesini, Vezil, Caliogna 3, Briganti. All. Dorigo.
Arbitri: Carmignani e Lo Dico.
Note. Uscito per limite di falli: Zanovello nel quarto tempo. Espulso Giusti per gioco violento nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito 7 su 10 più 1 rigore segnato, Albaro Nervi 6 su 12.