Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

RapalloBogliasco e Ligorna: punti per la salvezza. Cade la Lavagnese risultati

Le due squadre pareggiano con Bellinzago e Vado. Perde la Lavagnese dopo tredici partite sempre a punti. Il Sestri Levante non regge con la Caronnese

La 23^ giornata di Serie D vedeva le squadre genovesi impegnate su campi molto difficili. Sfida al vertice per Lavagnese, Sestri Levante e RapalloBogliasco, mentre il Ligorna era chiamato a una delicata sfida con una diretta concorrente per la salvezza diretta.

La Lavagnese perde a Chieri (4-2) e interrompe una serie di risultati positivi lunga ben 13 turni (ultima sconfitta quella di Castellazzo risaleva addirittura a metà ottobre).

Dopo la sconfitta di domenica scorsa a Rapallo, i piemontesi rientrano in corsa promozione, anche se la Caronnese, di cui parleremo in seguito, sembra averne più di tutti. La Lavagnese non gioca una brutta partita, ma si trova di fronte un Bambino, portiere torinese, in gran forma e un Di Renzo implacabile. Solito possesso palla insistito e ben fatto dai bianconeri di Dagnino, che si rivela, però troppo sterile.

A fare la differenza sono anche le imprecisioni, come il liscio di Brusacà dopo due minuti che lancia D’Antoni verso la porta difesa da Gilli, che nulla può sulla conclusione forte e precisa della punta biancoazzurra. Immediata la reazione dei liguri con Currarino che calcia dalla distanza cogliendo la traversa. Poco dopo è Garrasi che si accentra e fa partire un gran tiro, palla deviata dall’estremo difensore in angolo.

Le due squadre vogliono vincere, non è contemplato il pareggio, così al 33° Semioli, ex Samp, crossa dalla destra e trova Di Renzo che gira potente in porta di testa. Al 40°, però Croci accorcia le distanze di testa con un bel pallonetto. Partita riaperta proprio poco prima dell’intervallo. Ad inizio ripresa, però i bianconeri hanno la conferma che non sia giornata. Di Renzo crossa forte e Brusacà devia maldestramente spiazzando il proprio portiere: 3-1.

Croci prova a tenere in partita i suoi e al 48° replica con un gol alla Inzaghi: deviazione di stinco su tiro di Oneto e partita riaperta. Le due squadre non si risparmiano e sono i piemontesi a trovare il gol del ko ancora con Di Renzo, ben servito ancora da Semioli. Lavagnese che scende al terzo posto a +3 proprio sul Chieri.

Il Sestri Levante fallisce l’aggancio ai playoff perdendo in casa con il panzer Caronnese, alla sua 16^ vittoria in stagione. Sconfitta di misura e probabilmente immeritata per la squadra di Raimondi. Prima parte di gara equlibrata con continui ribaltamenti di fronte, ma poche emozioni. Al 27° ci prova Corno prova i riflessi di Stancampiano che risponde presente. Non può nulla, però quattro minuti dopo sul pallonetto delizioso dell’ex Vado, Denis Mair che viene servito benissimo da Guidetti.

Nella ripresa Guitto fa lo slalom al limite dell’area lombarda, ma conclude fuori. Al 16°, però è ancora Caronnese, con Giudici che sfiora la traversa con una bella conclusione. Poco dopo Barzotti imita il compagno e sfiora il sette. Il Sestri crea, ma non conclude e la partita si conclude quindi con la vittoria degli ospiti. Corsari poco concreti oggi, settimi in campionato i ragazzi di Raimondi hanno necessità di continuità.

Con la sconfitta della Lavagnese è il RapalloBogliasco ora la sola squadra del gruppo delle genovesi, ancora imbattuta. A Bellinzago arriva un altro pareggio, il che conferma la difficoltà dell’undici bianconero a vincere lontano dal “Macera”, ma anche una certa solidità difensiva. Inoltre con la crescita di Barwuah, le qualità di Russo, Toledo e Simeoni e con l’innesto di Bonvissuto (per lui una manciata di minuti oggi) la squadra di Coppola può puntare a risalire la classifica.

L’avvio di gara è da shock per i liguri che subiscono il gol al 7° con una bella azione preparata a tavolino dai gialloblu di casa. Cacciatore pesca Montante che in posizione defilata controlla e crossa teso, palla deviata da un difensore e palla in rete con Nava preso in controtempo. La reazione ruentina è immediata. Al 12° Guerci gira palla su Russo che stoppa, salta l’uomo e calcia sul primo palo freddando il portiere Lentini per l’1-1 che sarà il risultato finale. Il primo tempo è quasi tutto qui, poche occasioni. Rapallesi con più possesso palla, piemontesi pericolosi sui tiri inattivi, come quello al 40° che trova Rolando in acrobazia, palla alta. Poco dopo Emiliano è in ritardo sul bel cross di Montante.

Nella ripresa il RapalloBogliasco esce fuori, similmente alla gara col Chieri e prende il controllo della partita. Al 61° ancora Russo vicino al gol dopo un 1-2 con Toledo, ma il pugliese calcia a lato. Al 79° poi l’occasionissima di giornata con Toledo che batte una punizione deviata col tacco da Benga, ma palla sulla traversa. Ruentini che nonostante la serie di risultati positivi sono ancora in una zona tutt’altro che tranquilla, comunque le prestazione della squadra di Coppola sono più che positive e le previsioni sono rosee.

Il Ligorna affrontava il Vado nel derby ligure di giornata. Le due squadre alla fine si dividono la posta uscendo poco felici entrambe visto che sia i rossoblu che i biancoblu sono in lotta per la salvezza diretta. Il risultato comunque è giusto per quanto visto al “Chittolina” di Vado Ligure. Alla fine è il Ligorna a trarre qualcosa in più, lasciando con il pareggio 2-2 proprio i savonesi a quattro lunghezze di distanza alle proprie spalle.

Meglio i padroni di casa nella prima parte della partita. Al 19° Aurelio calcia bene dalla distanza, ma il tiro è centrale e Dondero para. I vadesi attaccano e in generale giocano meglio, ma al 26° è il Ligorna a passare. Balla si insinua tra le maglie della difesa avversaria e supera Lucia in uscita. La replica dei locali è affidata al gigante islandese Stefansson che gira bene da pochi passi, ma la palla vola alta. Serve un calcio di punizione perfetto di Aurelio per rimettere sul pari i giochi.

Nella ripresa il Ligorna si fa più intraprendente, e al 59° Ghiglia dalla distanza insacca sotto l’incrocio con un tiro da Premier League. Il Vado reagisce e trova subito il pari con Figone al 63°. Il difensore rossoblu risolve una mischia in area e sigla il pareggio definitivo. Nel finale le squadre avrebbero anche buone opportunità, ma sono troppo stanche e falliscono.

Nel prossimo turno il Ligorna ospiterà il Pinerolo, squadra sempre difficile da affrontare, che per di più arriverà a Genova con la voglia di recuperare dopo la sconfitta odierna a Voghera. Partita sulla carta facile per il RapalloBogliasco che ospita l’Acqui, vittoriosa oggi sulle rovine della Novese. Match da non prendere sotto gamba comunque visto che i termali hanno la possibilità di salvarsi ancora.

Più complicata, almeno sulla carta, la trasferta del Sestri Levante a Tortona con il Derthona, squadra in salute e difficile da superare, soprattutto in casa. La Lavagnese invece potrebbe fare un favore a sé stessa e a RapalloBogliasco e Ligorna, vincendo con la Pro Settimo.