Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Perotti in volo verso Roma, Gasperini: “Cambieremo modo di giocare” risultati fotogallery

Genova. Gasperini saluta Diego Perotti, il volo per Roma lo aspetta: “Devo ringraziarlo perché ha fatto una grande partita, l’abbiamo preso che era in difficoltà, ora va a giocare per grandi obiettivi, è un po’ la nostra storia, ma sono contento anche io”. Il mister però rivela un retroscena: “Fino a ieri non era scontata la partenza, è successo tutto ieri sera, avevo cullato idea che restasse”. La cura Genoa sta già funzionando per Suso, che sta facendo molto bene, il paziente successivo è Cerci: “Ha fatto già vedere qualcosa – dice Gasperini – vogliamo recuperare anche lui. Il problema è che sono giocatori che prediligono giocare a destra, saremo un po’ monchi a sinistra”.

Probabilmente il Genoa dovrà cambiare modo di giocare, anche perché sul fronte mercato, a un giorno dalla chiusura, non ci saranno altri colpi di scena: “Fiamozzi e Gabriel Silva sopperiscono la partenza di Diogo e Cissokho, ma non dovrebbero esserci grandi movimenti”. Sul possibile arrivo di De Maio a Firenze Paulo Sousa ha glissato.

Passando all’analisi del match Gasperini si reputa soddisfatto: “Nel finale c’è stato il ritorno della Fiorentina che è una grande squadra, ma abbiamo avuto comunque un’occasione con Capel, la vittoria ci stava, anche la sconfitta, volendo, questo è il calcio, ma dobbiamo essere soddisfatti di aver giocato così contro un avversario di valore”.

Il mister, dopo le polemiche delle scorse settimane, sottolinea il bel clima di oggi sugli spalti: “Ho notato entusiasmo intorno alla squadra, ci ha dato forza”.

Note positive anche sulla fase difensiva: “Abbiamo sempre costruito le nostre partite così, c’è stato un momento in questo campionato in cui era meno precisa e l’abbiamo pagato caro, ci tengo particolarmente al fatto che il Genoa giochi così, questa è la strada giusta. Se facciamo prestazioni di questo genere aumenta l’autostima”.

Su Perotti belle parole anche da Burdisso: “È stato il tormentone del mercato, ma ha fatto sempre il suo da grande professionista”.

E sul match: “Potevamo anche vincere – dice Burdisso – il pareggio in effetti può star stretto, ma la prestazione resta positiva, siamo contenti, stiamo trovando il nostro marchio, il nostro spirito, sono convinto che faremo un bel girone del ritorno”.

La classifica è sempre precaria, ma quello con la Fiorentina è il quarto risultato utile consecutivo: “In questa posizione di classifica ci siamo messi da soli, ma stiamo risalendo pian piano, anche i nuovi arrivi ci rafforzano”. Ora c’è la Juve: “Mercoledì andremo a giocare per vincere – è convinto Burdisso – perché con Gasperini non si preparano le partite con l’obiettivo del pareggio. Sappiamo che sarà difficile, ma siamo forti della prestazione di oggi”.

“Sono dei marziani – aggiunge Gasperini – per noi sarà fondamentale la partita con la Lazio sabato, devo capire se mettere i nuovi subito alla prova del fuoco, stasera saprò a cosa pensare”.

(Foto di Paolo Zeggio)