Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lo Sciarborasca firma l’impresa: battuto il Torriglia risultati fotogallery

Prima sconfitta del campionato per la capolista. L'Isolese torna seconda con un poker al Libraccio. Il Nuova Oregina abbatte la Genovese Boccadasse

In seconda categoria girone C è accaduto infine quello che forse ormai nessuno pensava potesse accadere. Il Torriglia interrompe a 15 la striscia di risultati utili consecutivi perdendo con lo Sciarborasca che torna a vincere dopo due pareggi consecutivi. Va detto che i gialloblu sono una squadra tutt’altro che disprezzabile, una delle migliori con 14 punti guadagnati nelle ultime sei partite.

Il Torriglia, però non ha saputo contenere l’entusiasmo di una squadra che, non a caso, ha il miglior attacco del torneo, con la sua difesa, la migliore del campionato. Insomma una partita che pareva potersi concludere, magari con un pareggio si apre con il gol di un ispirato Angella dopo 18 minuti. La risposta della capolista è istantanea perché non c’è neanche il tempo di battere da centrocampo che Verduci rimette le cose a posto: 1-1. Il Torriglia poi mette la freccia al 22° e per lo Sciarborasca sembra linizio della fine.

Ma Angella è in gran giornata e al 39° pareggia, mandando le squadre al riposo sul 2-2. Nella ripresa la partita è vibrante, con occasioni da una parte e dall’altra. Lo Sciarborasca, però ne ha di più e vede che gli ospiti sono in difficoltà. Così spinge sull’acceleratore e al 79° Bruzzese firma il 3-2 che decide la partita.

Doveva, o comunque poteva, succedere che il Torriglia “inciampasse”. La squadra biancoazzurra conserva comunque sette punti su chi insegue e il primo posto non sembra in discussione. L’exploit dello Sciarborasca invece vale ai gialloblu il quarto posto a -3 dal terzo.

Alle spalle del Torriglia c’è bagarre. L’Isolese batte il Libraccio ad Arenzano e si riprende la seconda piazza. Nel “derby biancoverde” gli isolesi ne hanno di più anche se il primo tempo è estrememamente equlibrato. Nonostante il vantaggio di Repetto al 17°, l’Isolese fatica e al 34° subisce il gol del pareggio da Bianchi su calcio di rigore.

Nella ripresa ci vuole la sapienza e il fiuto del gol di bomber Stumpo per cambiare le cose. In cinque minuti il cannoniere biancoverde chiude la partita. Al 60° fa 1-2, e cinque minuti dopo mette a referto la sua rete numero dieci di questa stagione.  Il Libraccio vacilla, ma soprattutto perde le speranze, anche perché all’80° Savaia spegne qualsiasi speranza. Al 90° Eusepi coglie il palo, in un ultimo sussulto dei padroni di casa.

Isolese seconda quindi, che difficilmente potrà rimontare i 7 punti sul Torriglia, anche se con la sconfitta odierna della capolista tutto può accadere. D’altra parte il Libraccio è a -4 dalla penultima, con una sola vittoria al proprio attivo si fa sempre più difficile agguantare quantomeno i playout.

La Genovese Boccadasse contesta l’arbitro che espelle ben due giocatori dei verdirossoblu nel match con il Nuova Oregina. Vero che la partita si compromette per l’uscita anzitempo dei due calciatori della Genovese, ma va dato merito anche al Nuova Oregina che nel primo tempo va sul doppio vantaggio. Due gol in due minuti, fra il 40° e il 42°. Sugli scudi Pagano che si porta a casa il pallone.

Nella ripresa Camarda accorcia le distanze al 75°, ma cinque minuti dopo ancora Pagano chiude la partita. Il Nuova Oregina sale a 24 punti, in settima posizione. La Genovese perde la seconda piazza  e deve guardarsi dallo Sciarborasca.

Rallenta anche il Voltri 87 che con il Galata non va oltre l’1-1. Padroni di casa in vantaggio dopo appena 4 minuti don Passerini. Al 18° pareggia Sangineto su calcio di rigore. Voltri certamente penalizzato da due espulsioni, una al 26°, l’altro al 39°, probabilmente esagerata. Galata che guadagna un punto molto importante, rimane penultimo, ma in crescita. Voltri troppo brutto, ma anche penalizzato dalla doppia inferiorità.

Grande prova del Pro Pontedecimo che cala il poker con l’Isolani (4-2). Partita che i locali giocano con autorità dominando il primo tempo che si chiude sul 2-0. Nella ripresa Ascoli firma la rimonta dell’Isolani fra il 55° e il 60°. La Pro reagisce e vince la partita con un gol al 65° e l’altro in pieno recupero, grazie a un bel contropiede proprio quando l’Isolani premeva maggiormente.

Isolani fuori dalla zona playoff, Pro Pontedecimo che torna a vincere e si riavvicina alla salvezza.

Anche il Ravecca mette a segno un bel colpo per la salvezza rifilando un secco 3-0 al Fegino. Partita muscolare, giocata molto a centrocampo e il primo tempo è bloccato. Il gol arriva solo al 45° con Dassereto. Nella ripresa la partita non cambia, le squadre duellano in mezzo al campo. All’80° Neira trova il varco giusto e mette in sicurezza il risultato per il Ravecca. Al 90° è Sechi a concludere i giochi con un bel gol in contropiede. Fegino in crisi sull’orlo della zona retrocessione. Ravecca alla terza vittoria dell’anno e in ripresa.

Lo Stella Sestrese si allontana dalle zone pericolose di classifica vincendo bene con il Carignano (3-1). Prima parte di gara bloccata, serve un episodio per cambiare l’inerzia del match. Arriva al 40° quando Zanin, portiere del Carignano, atterra Casu in area. Calcio di rigore e rosso diretto per l’estremo difensore. Dal dischetto è lo stesso Casu a calciare e a mandare avanti lo Stella.

Nella ripresa il Carignano patisce l’uomo in meno, ma resiste fino al 75° quando Aufiero di testa gira bene in porta sull’angolo calciato da Casu. All’80° cala il sipario sulla partita con il gol di Rovelli. All’85°, con lo Stella rilassato e un po’ distratto Cuneo si guadagna e calcia il rigore del 3-1 conclusivo.