Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva, terzo giorno di protesta a Genova: la polizia blocca la strada fotogallery

Il corteo marcia versa il centro

Genova. Agg.h.9.19. La polizia municipale ha chiuso la sopraelevata in direzione ponente e sono presenti pattuglie sui posti per le deviazioni, mentre c’è uno schieramento di blindati a chiudere lungomare Canepa.

Ilva, concentramento in piazza Massena

E’ iniziato il terzo giorno di protesta per gli operai dell’Ilva e questa volta in piazza ci sono tutti i metalmeccanici della Fiom.

Lo scopo della manifestazione è quello di difendere l’Ilva e l’accordo di programma. “Non possiamo accettare che il governo si rifiuti di partecipare a un tavolo così importante”, dice il segretario genovese dei metalmeccanici Bruno Manganaro.

Tutti i metalmeccanici si sono ritrovati alle 8.30 in piazza Massena a Cornigliano e da lì è partito il corteo verso il centro della città. Caschetti dell’Ilva in testa e mezzi pesanti a metà corteo, centinaia di manifestanti marciano al grido “se non c’è lavoro c’è agitazione”.

Con loro in marcia anche i lavoratori della Fiom di Ansaldo Sts, Piaggio, Selex, Ansaldo Energia, Fincantieri, delegazioni della Compagnia Unica, Filt Cgil, Filctem Cgil e alcuni lavoratori di Amiu e studenti. Insieme ai metalmeccanici c’è anche il consigliere regionale Gianni Pastorino (Rete a Sinistra).

Il corteo ha ora superato il ponte di Cornigliano e sta per attraversare il quartiere di Sampierdarena. Davanti alla Prefettura, intanto, è già stato schierato il Reparto Mobile.