Incontro

Ilva, in corteo 2 mila lavoratori: delegazione della Fiom in Prefettura fotogallery video

"Al tavolo vogliamo un ministro o un viceministro"

Genova. Prosegue il terzo giorno di protesta degli operai dell’Ilva e questa volta in piazza sono scesi tutti i metalmeccanici della Fiom, circa 2000 persone che hanno percorso le vie di Genova per arrivare in Prefettura, dove adesso è stata ricevuta una delegazione composta da Bruno Manganaro, Francesco Grondona ed altri rappresentanti della Rsu. “Rimaniamo compatti qua sotto, aspettando quello che ci comunicheranno”, ha detto uno dei manifestanti.

Stamattina si sono registrati anche momenti di tensione, quando in lungomare Canepa il corteo ha trovato la strada sbarrata da alcuni blindati della polizia. L’atmosfera si è distesa nel momento in cui il Prefetto Fiamma Spena ha confermato la volontà di ricevere una delegazione e di impegnarsi per fare in modo che all’incontro del 4 febbraio a Roma partecipi un rappresentante del Governo.

La richiesta della Fiom, però, è molto chiara. “Vogliamo un ministro o un viceministro – ha ribadito il segretario Bruno Manganaro – non ci intessa la partecipazione dei tecnici, che non hanno nessun potere decisionale”.

leggi anche
Ilva, concentramento in piazza Massena
Cronaca
Ilva: solidarietà dai tassisti genovesi ai metalmeccanici della Fiom
Il corteo dell'Ilva
Genova
Ilva, la Regione Liguria scrive al Mise. Rixi: “Fondamentale la presenza del ministro”
Ilva: gli studenti del Fermi applaudono i lavoratori
Solidarietà
Ilva: la solidarietà di cittadini, studenti e altri lavoratori
Ilva: solidarietà dei cittadini
Ilva, solidarietà dai cittadini: “Noi con voi”
Ilva: il corteo dei metalmeccanici della Fiom
Tensione
Ilva, la polizia toglie il blocco: corteo in marcia verso la Prefettura
Ilva, concentramento in piazza Massena
In marcia
Ilva, terzo giorno di protesta a Genova: la polizia blocca la strada
Ilva: Bruno Manganaro con il documento della Prefettura
Genova
Ilva, all’incontro parteciperà il sottosegretario Vicari. Manganaro: “Una vittoria guadagnata”
Lavoratori dell'Ilva con le mani alzate davanti alla polizia
Il racconto
In duemila in piazza per salvare l’Ilva: le tensioni per il corteo bloccato, poi la lettera: “Il 4 a Roma per difendere i posti di lavoro”
Screen stretta mano poliziotta
Il gesto
Ilva, operaio stringe la mano alla poliziotta che si è tolta il casco: “Una donna con le palle”
ilva protesta 26/01/2016
I conti
Ilva, l’azienda: “Con le proteste di Genova persi 2 milioni al giorno”