Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva, Fiom e Failms sospendono lo sciopero di lunedì: “Messaggio di speranza”

Pronti a riprendere la protesta immediatamente se non arriveranno risposte

Più informazioni su

Genova. Le segreterie della Fiom e della Failms sospendono lo sciopero e la manifestazione dei lavoratori Ilva di Cornigliano fissata per lunedì 18 gennaio e convocano un presidio presso la portineria dell’Ilva.

“Mandiamo un messaggio di speranza affinché il Governo e le Istituzioni Locali confermino le garanzie previste dall’Accordo di Programma ricercando una soluzione che, peraltro se c’è la volontà politica, esiste”, si legge in una nota.

Il presidio dei lavoratori in concomitanza con l’incontro presso la Prefettura è convocato alle ore 12 presso la portineria dell’Ilva.

Come dire, se Fiom e Fialms non sono ad oggi particolarmente fiduciose sull’esito dell’incontro, la decisione di sospendere le ostilità è stata condivisa dai lavoratori per dare un segnale che possa favorire un dialogo costruttivo. Ma non è affatto una resa: “Quello che vogliano che esca da quella riunione è la difesa dell’accordo di programma – spiega il segretario della Fiom Bruno Manganaro – che in pratica significa che qualcuno ci dica che verranno messe le risorse per due anni di lavori socialmente utili. Se questo significa tornare a Roma e riaprire la trattativa, andremo anche a Roma”

“A chi mi dice dice che una trattativa non può essere fatta con chi è sul piede di guerra rispondiamo con questa sospensiva. Se lunedì ci sarà una risposta, i lavoratori saranno soddisfatti – dice Armando Palombo, rsu Fiom – sennò lo sciopero riprenderà immediatamente”.