Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva, Fim: “Al lavoro metà degli operai. Inaccettabili le intimidazioni all’entrata”

Genova. Oggi in piazza ci sono solo i lavoratori della Fiom, insieme ad altri sindacati minori. “L’iniziativa della Fiom di questa mattina all’Ilva di Cornigliano è legittima, ma è inaccettabile che in assemblea non si consenta di esprimersi a chi ha idee diverse e dichiarare la fabbrica occupata quando metà dei lavoratori sono già dentro a lavorare nonostante le intimidazioni all’entrata. E’ una prevaricazione inaccettabile”.

Lo scrive in una nota il segretario generale della Fim-Cisl Marco Bentivogli. “Il consenso all’iniziativa va raccolto con strumenti democratici altrimenti è un’altra cosa – scrive Bentivogli – Tentare di occupare una fabbrica e dividere i lavoratori solo con lo scopo di conoscere se il Ministro parteciperà all’incontro è assurdo. Forme di lotta e atteggiamenti di intolleranza contro altri lavoratori, proprio il giorno della commemorazione di Guido Rossa fa capire quanto, per avere visibilità, talvolta si perda ogni buonsenso”, prosegue.

“Continuiamo a pensare che serva unità e pluralismo per lottare per il futuro dell’Ilva e che l’occupazione sia
l’obiettivo principale. Ci auguriamo che la Fiom Nazionale condanni le prevaricazioni di questa mattina che non fanno onore a una grande organizzazione”.