Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Il sapere dentro”. Università di Genova insieme con le carceri di Marassi e Pontedecimo

Genova. E’ stata presentata oggi l’€™iniziativa “€œIl sapere dentro. Università e Carcere”€. L’iniziativa ha lo scopo di promuovere l’istruzione universitaria tra la popolazione detenuta diplomata all’interno delle Case Circondariali di Marassi e di Pontedecimo e nasce come fase preliminare alla costituzione di un Polo Universitario Penitenziario, già da tempo esistente in altre città italiane.

Il Dipartimento di Italianistica, romanistica, antichistica, arti e spettacolo (DIRAAS), il Dipartimento di Antichità, Filosofia, Storia (DAFIST) della Scuola di Scienze Umanistiche e il Dipartimento di Giurisprudenza della Scuola di Scienze Sociali nell’ottobre 2015 hanno approvato una convenzione con il PRAP (Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria) con gli obiettivi di favorire – come previsto dalla legge – il diritto allo studio e di sollecitarne le opportunità e quello di sviluppare personali percorsi di riflessione e di formazione personali.

L’iniziativa di svolgere all’interno delle Case Circondariali di Marassi e Pontedecimo delle lezioni-incontro tenute da docenti del nostro Ateneo nasce come fase preliminare alla costituzione di un futuro Polo Universitario Penitenziario. Nella convinzione che la privazione delle libertà della cosiddetta popolazione ristretta non debba comportare anche quella delle conoscenze, ci si propone di offrire, in maniera affabile e rispondente alle esigenze espresse dai detenuti, qualche elementare nozione di sapere ‘dentro’ le mura del carcere.

Il Magnifico Rettore Prof. Paolo Comanducci presentando l’iniziativa ne ha voluto sottolineare “€œlo scopo non solo formativo ma anche l’€™alto valore sociale per una crescita non solo delle conoscenze ma anche delle opportunità, migliorando la possibilità per i detenuti di un efficace reinserimento nella realtà sociale. Questa come altre iniziative passate e mi auguro future si configurano come importanti momenti di incontro e di collaborazione fra le istituzioni e il territorio della nostra città e della nostra regione che vede l’€™Università protagonista”

Durante la conferenza stampa la Dott.ssa Catia Taraschi – Direttore Ufficio Detenuti e Trattamento del Provveditorato, in rappresentanza del Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria per la Liguria Carmelo Cantone, ha dichiarato che
“€œdalla collaborazione dell’€™Amministrazione penitenziaria con l’€™Università di Genova prenderà avvio dal 19 gennaio un progetto importante attraverso un ciclo di 11 incontri, condotti da docenti dell’€™ateneo genovese e svolti all’€™interno delle strutture penitenziarie di Marassi e di Pontedecimo.
Con la costituzione del polo universitario si potrà realizzare un sistema di servizi e di opportunità in sinergia tra le due istituzioni interessate volto a superare ostacoli che obiettivamente si frappongono ad un effettivo servizio del diritto allo studio universitario da parte di chi si trova in esecuzione penale”€.