Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Goliardica imbattibile ottiene la vittoria numero 12 risultati

Granata in fuga, tengono solo Campese e Via dell'Acciaio che rimangono a otto punti di distanza. In coda prima vittoria del Mura Angeli che rialza la testa

Con il nuovo anno ricomincia anche il campionato di Prima categoria e nel Girone C la GoliardicaPolis sembra intenzionata a non cambiare granché nel suo impeccabile ruolino di marcia con il quale aveva chiuso il 2015.

I granata regolano con un rotondo 3-0 il San Siro Struppa, rimasto con le gambe ancora sotto al tavolo del cenone di fine anno. A Bertulla e compagni infatti, basta un minuto per andare in vantaggio grazie ad Aprile che batte Fiore ancora freddo.

Nella ripresa è lo stesso Bertulla, bomber della squadra con 9 reti parimenti a Converti, che si incarica di battere il calcio di rigore con il quale la partita si chiude virtualmente. Il terzo gol di Di Meo conferma lo strepitoso stato di forma della Goliardica che è sempre più prima. Per il San Siro, quarto in classifica, un campanello d’allarme, sebbene la sconfitta sia arrivata con la prima della classe.

Con la sconfitta del San Siro, il campionato assume sempre più le fattezze di una gara ciclistica. Se il Goliardica è in fuga solitaria infatti, sono due squadre ad inseguire in un gruppetto isolato a -8 dalla vetta, ma anche a +8 sul resto del gruppone. Si tratta di Campese e Via dell’Acciaio che viaggiano a braccetto a quota 30 punti.

La Campese festeggia la panchina numero 1000 di Edo Esposito vincendo (2-1) di testa e cuore una partita molto difficile con il Vecchiaudace Campomorone. Il gol di Bottero dopo appena tre minuti, illude i padroni di casa di poter affrontare una partita in discesa. Niente di più sbagliato, perchè i campomoronesi giocano come se nulla fosse, senza lasciare spazi e mettendo in difficoltà la difesa avversaria.

Solidoro al 70° sigla anche il 2-0, che potrebbe far pensare a un crollo degli ospiti, i quali invece confermano il contrario con il gol che riapre la partita al minuto 80’ firmato Menegatti. Il finale è da infarto, ogni azione, da una parte e dall’altra è pericolosa. Il triplice fischio è liberatorio per la squadra di Esposito che ottiene tre punti e dimostra di saper soffrire. Per la Vecchiaudace una sconfitta forse immeritata, ma i biancoblu si sono svegliati troppo tardi.

Come detto l’altra inseguitrice è il Via dell’Acciaio che coglie una vittoria fondamentale (0-2) su un campo difficile come quello della Calvarese. I biancorossi infatti avevano perso solo una volta in questo campionato.

La partita racconta del vantaggio al 20° di Migliaccio e di un palo colpito cinque minuti dopo da Porro. Il Via controlla la partita, contiene la Calvarese e poi colpisce. Accade anche all’80° con la Calvarese in pieno forcing offensivo in cerca del pari e Haxhija che è bravo a trovarsi pronto per mettere in cassaforte i tre punti del Via dell’Acciaio. Calvarese che comunque conserva la quinta piazza.

Se il buongiorno si vede dal mattino il Mura Angeli si è alzato col piede giusto in questo 2016, visto che alla sua prima uscita ha colto anche la vittoria numero 1 del campionato, per di più in trasferta e contro una concorrente per la salvezza come il Leivi.

La partita è dura ed equilibrata, il Mura gioca bene, mostrando anche bel gioco, come già fatto in altre partite più sfortunate, mentre il Leivi forse si aspettava una squadra più arrendevole e non trova varchi. Capita così che al 47° D’Agostino trovi l’angolo giusto per superare Rosciglioni e regalare alla sua squadra una vittoria che riapre tutti i giochi, visto che ora la distanza dalla penultima è di cinque punti, non certo un gap incolmabile. Per il Leivi invece un record negativo, ovvero quello di essere stata la prima squadra a lasciare i 3 punti al Mura e la dodicesima piazza in classifica, in piena zona playout.

Partita importante tra PonteX e Bogliasco che hanno vinto gli ospiti (1-2) bravi a sfruttare le occasioni avute e il turno favorevole che vedeva anche il Prato 2013 riposare. Il PonteX non è pervenuto e i bogliaschini grazie a Deferrari e Testasecca arrivati a dieci minuti di distanza uno dall’altro, hanno prevalso meritatamente. Nel finale il gol del PonteX è servito solo a rendere meno amara la sconfitta. I granata rimangono in acque tranquille per ora, mentre il Bogliasco pur rimanendo in zona playout, salgono di ben tre posizioni in un turno solo.

Le posizioni guadagnate dal Bogliasco sarebbero potute essere addirittura quattro, se il San Gottardo non avesse sfoderato una prestazione super con il San Bernardino Solferino (1-4). I ragazzi dello squalificato Notaro, dilagano contro una squadra con qualche scoria ancora dovuta al lungo stop natalizio.

Dopo mezzora di equilibrio è il San Bernardino a passare in vantaggio grazie al calcio di rigore realizzato da Provenzano che illude i tifosi della squadra di casa. Il primo tempo si chiude sull’1-0, ma nella ripresa entra in campo un San Gottardo diverso. Al 51° pareggio, sia di rigore che di reti visto che Pili trasforma dagli undici metri. Passano nove minuti e il neo entrato Serpe batte De Gregorio con un diagonale preciso.

Al 75° poi il match si chiude con Giudice che fa 1-3. Il San Bernardino si getta furiosamente nella metà campo avversaria, ma non trova la via del gol così al 91° Spinetti cala il poker in contropiede e consente al San Gottardo di rimanere fuori dalla zona calda. San Bernardino invece che staziona a metà classifica.

Poker anche per la Sampierdarenese (4-1) che condanna lo Struppa al penultimo posto in classifica. I gol arrivano tutti nella ripresa con Spinetti mattatore con una doppietta al 45° e al 55°. La reazione dello Struppa non arriva e la Sampierdarenese val sul 3-0 al 65°. Due minuti dopo Compaore appena entrato accorcia su calcio di rigore. Finale incandescente con lo Struppa che termina addirittura in 8 contro 11 e subisce il quarto gol di Rizqaoui.