Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa “Pavoloso”, schiantato il Palermo risultati fotogallery

Genova. Tre punti d’oro, per la classifica e per il morale. Il Genoa distrugge il Palermo 4-0, lo scavalca in classifica e affianca il Bologna a 22 punti, in attesa che gli emiliani scendano in campo. Dopo un primo tempo con un solo gol e tante occasioni, la squadra di Gasperini capitalizza nella ripresa una superiorità sul campo mai in discussione.

Nel Genoa Perotti torna in campo dal primo minuto, sarà probabilmente la sua ultima partita al Ferraris, dietro, a destra, c’è Muñoz. Ansaldi va a fare l’esterno di centrocampo, Suso quello offensivo. Nel Palermo esordio per Viviani in panchina dopo l’esonero di Ballardini, in attesa di Schelotto, presente in tribuna, che avrà la squadra in mano da domani.

Quarto minuto e Genoa va subito in rete: Perotti prolunga per Suso che penetra centralmente in area e supera Sorrentino in uscita con un pallonetto morbido.

La reazione del Palermo arriva al 12′ con un tiro dalla distanza di Jajalo che non termina fuori di molto.

Primo giallo della partita al 22′: Andjelkovic interviene da dietro in scivolata su Suso.

Il Genoa prova ad addormentare la partita, ma l’errore è dietro l’angolo sul pressing del Palermo e così Rigoni si fa rubar palla a centrocampo da Hiljemark, che innesca Vàzquez, Izzo prova a disturbare ma viene saltato: destro in diagonale e palla fuori (23′).

I rossoblù si “svegliano” al 28′ quando confezionano un’altra palla gol: Perotti resiste a un paio di cariche e allarga per Laxalt che la mette in mezzo bassa, dove Rigoni è pronto per battere a rete, è Sorrentino a dire no, sulla ribattuta arriva Suso, ma Cristante salva in angolo.

Ora il Genoa preme con più convinzione ed è ancora Suso a testare le doti di Sorrentino, che si allunga su un rasoterra lento ma angolato (32′).

Subito dopo ancora Genoa, ma stavolta il colpo di testa di Izzo è centrale e il portiere rosanero non ha problemi a bloccare.

Il monologo rossoblù è interrotto da un gran tiro di Morganella, su cui Perin è reattivo a respingere, ma è ancora il Genoa ad andare più volte vicino al raddoppio: al 35′ Perotti si accentra e tira, Sorrentino para in due tempi; due minuti dopo bellissima azione corale che termina con un cross di Perotti e il tuffo di testa di Pavoletti che prova a girare sul secondo palo, fuori di poco.

Si spera nel gol al 38′ quando Ansaldi, dopo aver arpionato la palla in area di rigore, fa tutto bene per liberarsi, tranne il tiro, inspiegabilmente altissimo sopra la traversa.

Altro giallo per il Palermo al 39′: Gonzalez interrompe l’azione avversaria sulla propria trequarti per evitare guai. Il calcio piazzato diventa un’altra occasione per i rossoblù, con sponda volante di Rigoni per Izzo, che di testa non riesce a superare l’opposizione di Sorrentino.

Ripresa che ricomincia senza cambi e con il Genoa un po’ distratto, il Palermo prova ad approfittarne con Lazaar, ma il suo esterno da fuori area viene bloccato da Perin.

Primo giallo per il Genoa: Rigoni trattiene vistosamente Morganella (58′), un minuto dopo arriva anche il primo cambio dei rossoblù: fuori Suso, dentro Capel. Nel Palermo fuori Djurdjevic per Gilardino.

Rincòn prova a suonare la carica e il Genoa va ancora una volta vicino alla rete: discesa palla al piede per 30 metri, assist per Pavoletti e Sorrentino che ci mette ancora una pezza (59′). I rossoblù tornano padroni della gara: al 63′ Perotti si accentra e prova il destro, fuori di pochissimo.

Per il Palermo, tenuto a galla solo dal proprio portiere, diventa ancora più difficile quando al 65′ Andjelkovic viene espulso per doppia ammonizione.

Secondo cambio per il Palermo: fuori Cristante per Balogh (70′), ma un minuto dopo arriva l’agognato raddoppio del Genoa: cross perfetto di Ansaldi e l’attaccante livornese tutto solo in area non sbaglia il colpo di testa. Subito dopo Genoa ancora vicinissimo al gol con un colpo di testa di Perotti che sfiora il palo. Arriva il giallo anche per Burdisso (73′), che salterà la trasferta di Verona.

Il Palermo sembra non essere più in campo, larghi spazi per il Genoa e Pavoletti prova a realizzare la doppietta personale con un tiro dalla distanza respinto da Sorrentino (76′).

Ansaldi incornicia la prestazione odierna confezionando anchegli assist per il terzo e il quarto gol: cross per Rincòn, con El General che conclude al volo di sinistro, realizzando il 3-0 (e sostituzione subito dopo con Dzemaili) e cross per l’acrobazia “pavolosa” del bomber rossoblù, che sale a quota 5 gol in 3 partite e ormai più che candidato per un posto in nazionale.

Nel finale fuori Lazaar per Pezzella e Perotti, che saluta tutti, per Tachtsidis.

Genoa-Palermo 4-0

Reti: 4′ Suso; 71′ Pavoletti; 75′ Rincòn; 89′ Pavoletti

Genoa: Perin, Muñoz, Burdisso, Izzo, Ansaldi, Rincòn (78′ Dzemaili), Rigoni, Laxalt, Suso (59′ Capel), Pavoletti, Perotti.

A disposizione: Lamanna, Donnarumma, De Maio, Gomes, Gakpé, Marchese, Ntcham, Pandev, Lazovic, Tachtsidis.

Allenatore: Gasperini

Palermo: Sorrentino, Goldaniga, Gonzalez, Andjelkovic, Morganella, Hiljemark, Jajalo, Cristante (70′ Balogh), Lazaar, Vàzquez, Djurdjevic (62′ Gilardino).

A disposizione: Colombi, Rispoli, Bolzoni, Trajkovski, Cionek, Brugman, Chochev, Quaison, Maresca, Pezzella.

Allenatore: Viviani

Arbitro: Celi di Bari

Ammoniti: Rigoni, Burdisso (G) Andjelkovic, Gonzalez (P)

Espulso: Andjelkovic al 65′