Quantcast
Serie b

Entella-Novara, Alfredo Aglietti: “Sarà una bella partita”risultati

Il tecnico: "Loro verranno arrabbiati ma allo stesso tempo dovranno stare attenti"

Aglietti

Chiavari. Domani, alle ore 17,30, allo stadio “Comunale” di Chiavari, l’Entella affronterà il Novara.

L’incontro sarà diretto da Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo, coadiuvato da Alfonso D’Apice (Parma) e Pasquale Cangiano (Napoli); quarto uomo Lorenzo Bertani (Pisa).

L’allenamento di ieri ha visto Volpe e compagni svolgere una prima fase di riscaldamento seguita da percorsi di agilità e infine tattica. La rifinitura si è tenuta questa mattina; al termine l’allenatore Alfredo Aglietti ha incontrato i giornalisti per la consueta conferenza stampa pre gara.

Abbiamo fatto un’ottima prestazione a Cesena – afferma -, però anche col rammarico di non aver conquistato punti. Domani dobbiamo fare assolutamente punti; la partita non sarà delle più semplici. Il Novara, che già era forte prima, si è rafforzato sul mercato. Anche noi siamo un cliente difficile per tutti e renderemo dura la vita al Novara“.

Vogliamo tornare a fare subito risultato e possibilmente vincere la partita – prosegue Aglietti -. Domani credo che si vedrà una bella partita. Entrambe le squadre vogliono il risultato. Il Novara viene da tre sconfitte consecutive, quindi verranno arrabbiati ma allo stesso tempo dovranno stare attenti”.

“Il Novara – spiega – tante partite le ha vinte anche grazie ad un’invenzione di alcuni suoi giocatori, alle ripartenze e alle verticalizzazioni di Viola, quindi dovremo stare attenti a questo aspetto della gara, essere bravi a centrocampo e concedere poche volte a loro la possibilità ai loro centrocampisti di verticalizzare. Questo sarà un aspetto importante della gara, dovremo cercare di pressarli bene soprattutto sulle seconde palle e invertire quella che è la loro idea di gioco”.

Dubbi non ne ho, la formazione è fatta. Con il mercato non abbiamo cambiato praticamente niente; è uscito Sforzini ed è entrato Benedetti. La rosa è rimasta la stessa. Spero che la società possa, in questi ultimi due giorni, a fare qualcosa, se ce ne sarà la possibilità. Dipende da tante cose; nelle ultime quarantotto ore il mercato vive momenti più agitati, perché molte operazioni si concludono negli ultimi giorni. Speriamo anche noi – conclude – di riuscire a fare qualcosa“.