Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Costi della politica, Toti: “Il problema è tagliare la spesa pubblica, non gli stipendi di sindaci e parlamentari”

Il governatore: "Io tra i più pagati? Guadagnavo il triplo facendo il mio mestiere"

Genova. Toti uno dei presidenti di Regione più pagati? Il governatore della Regione Liguria risponde alle critiche arrivate su un quotidiano genovese in cui è definito un “paperine” tra i governatori italiani con uno stipendio lordo di 13.684 euro. “Non penso che mi si possa accusare di essere entrato in politica per una questione di soldi – replica lui – guadagnavo forse il triplo facendo il mio mestiere e dirigendo dei telegiornali sul mercato privato”.

“”Quello che mi preoccupano non sono mille euro in più o in meno ma gli sprechi del pubblico: quelli sono i veri costi della politica. Preferirei avere consiglieri regionali, sindaci e parlamentari molto bene pagati ma che sapessero tagliare quei quasi 900 miliardi di spesa pubblica improduttiva che servono a una macchina dello stato inefficiente, piuttosto che avere qualche centinaia di migliaia di euro di risparmi a livello nazionale e continuare a mantenere persone inefficaci e una spesa pubblica gigantesca come quella di oggi in Italia”.

Il modello a cui guardare per Toti è il privato: “Se vuoi un buon manager pubblico devi pagarlo ma parte dello stipendio deriva dai risultati che ottiene. Nel pubblico c’è gente super pagata che non sa fare nulla e altri che guadagnano poco e sono invece esperti e capaci”.