Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Casa della salute a Bolzaneto, domani riunione congiunta tra Comune e Municipio V

Più informazioni su

Genova. Qualcosa si muove per la Casa della Salute in Val Polcevera e l’auspicio e’ che già domani, quando, presso il Municipio V, si riunirà la Commissione Sanità del Comune di Genova in seduta congiunta con la Commissione municipale, possa arrivare già qualche decisione.

A chiedere un intervento chiarificatore, in Regione Liguria, era stato a ottobre il consigliere Gianni Pastorino che si dichiara soddisfatto per questa iniziativa del Comune che segue a poco più di un mese dall’incontro pubblico “Una casa della salute per la Valpolcevera”, organizzata dal gruppo consiliare Rete a Sinistra del Municipio

“Come Rete a Sinistra giudichiamo positivo che la Commissione Sanità sia convocata presso il Municipio – dichiarano il consigliere regionale Gianni Pastorino e la presidente del Municipio V Iole Murruni -; un buon segnale, visto che si tratta di scelte che riguardano direttamente questo territorio. E ora è arrivato il momento di decidere”.

“L’ipotesi di insediamento nella struttura dell’Ospedale Pastorino ci pare percorribile, a patto che si vada oltre la semplice piastra ambulatoriale – sottolineano Pastorino e Murruni -; la Casa della Salute deve produrre salute diffusa sul territorio, quindi è indispensabile che comprenda i servizi per le cure primarie, possibilmente in collegamento con i medici di famiglia. Al di là delle decisioni prese dalla Commissione Sanità del Comune, restano numerosi i nodi da sciogliere. Come abbiamo già affermato in passato, sull’Ospedale Pastorino – concludono – gravano problematiche di accessibilità, trasporti e parcheggio, si tratta di questioni che non possono essere scorporate o derubricate”

Fermo restando l’obiettivo fondamentale: «è tassativo che in Valpolcevera si fermi la deprivazione di strutture sanitarie –conclude Pastorino -; il territorio, già spogliato di moltissimi presidi, vive questa situazione con estrema sofferenza, considerata l’alta percentuale di cronicità e l’elevata età media dei residenti».