Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Carnevale al Porto Antico, un caleidoscopio di culture: torna la Festa dei Mondi foto

Genova. Brasile, Camerun, Capo Verde, Cina, Equador, Etiopia Filippine, India, Marocco, Senegal, e naturalmente Italia. Saranno undici i paesi rappresentati: undici culture diverse, con colori, musiche, tradizioni e sapori differenti per regalare un variopinto Carnevale multietnico.

Organizzato da Porto Antico di Genova S.p.A. in collaborazione con il Municipio Centro-Est e il supporto del Centro culturale Primo Levi, la Festa dei Mondi vuole essere un momento di festa per tutta la città ma anche un’occasione di incontro e confronto tra culture. Dopo il successo dell’edizione zero dello scorso anno, che aveva registrato oltre mille partecipanti alla festa e alle attività creative organizzate nei weekend, quest’anno il Carnevale al Porto Antico si estende per tutta la settimana.

Dall’1 al 7 febbraio le strutture culturali del Porto Antico – La città dei bambini e dei ragazzi, Biblioteca E. De Amicis, Museo Luzzati a Porta Siberia e Casa della Musica – ospiteranno laboratori e incontri per scoprire le tradizioni di festa di tutto il mondo: dalla mitologia cinese alla simbologia delle maschere nelle culture africane, dai colorati tessuti della tradizione marocchina al Carnevale visto nella storia dell’arte occidentale.

Ritornano per i più piccoli, invece, i laboratori creativi (su prenotazione), per costruire e personalizzare la propria maschera attingendo a tante culture diverse e alla fantasia.

Ma il clou sarà con la Grande Festa finale di domenica 7 febbraio, quando una colorata sfilata prenderà il via in Piazza Matteotti per raggiungere il Porto Antico a passo di danza, oppure a bordo del trenino Pippetto. Il pomeriggio proseguirà sul palco del Porto Antico tra danze e musiche da tutto il mondo fino, in uno spettacolo multietnico presentato da Tina Tucci e che vedrà la partecipazione straordinaria dei “nostrani” I Trilli, per una sorprendente contaminazione culturale.

Un programma ricco e variegato, che ha visto la partecipazione entusiasta di tantissime associazioni culturali straniere – in costante aumento – e operatori italiani, in primis il CIV Porto Antico che collabora all’iniziativa per la realizzazione del mercatino di artigianato e gastronomia che si terrà domenica 7 all’interno dei dehor dei propri locali.

“La conoscenza dell’altro è alla base della convivenza e dell’integrazione – afferma il presidente di Porto Antico di Genova S.p.A. Ariel Dello Strologo – ed è proprio con queste finalità che nasce La Festa dei Mondi. Non si tratta solo di una giornata di festa, ma di una settimana intera di eventi, un’occasione per tutte le diverse comunità che vivono nella nostra città per conoscersi e capirsi condividendo gioia e allegria”.