Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Butta a terra coetaneo per rapinarlo dello smartphone: fermo di polizia per un 18 enne incensurato

Più informazioni su

Genova. Lo hanno bloccato nella sua abitazione di Bargagli dopo un appostamento perché considerato responsabile della rapina di uno smartphone avvenuta nel pomeriggio nella centralissima via XX Settembre. Il giovane rapinatore infatti avrebbe colpito alle spalle e buttato a terra un coetaneo. Protagonista un 18 enne incensurato. Subito dopo la rapina gli agenti del Commissariato Centro, grazie al segnale gps emesso dal telefonino rubato, hanno inseguito il rapinatore in fuga nelle vie limitrofe al Tribunale.

L’uomo, alla vista della volante, ha disattivato il localizzatore facendo perdere le proprie tracce. Gli immediati accertamenti sul cellulare sottratto hanno però permesso agli investigatori di apprendere che il rapinatore aveva utilizzato il dispositivo sottratto per chiamare un famigliare, identificato e contattato. Si è potuto così risalire ad un preciso indirizzo di Bargagli dove gli agenti, per verificare la presenza del giovane, si sono appostati.

In tarda serata, il ricercato è stato visto gettare dalla finestra del bagno dell’abitazione una piccola scatola contenente cartine varie, un bilancino di precisione e 7 grammi di sostanza stupefacente di tipo cannabis. A seguito di controllo domiciliare è stato rinvenuto non solo il cellulare rubato qualche ora prima, ma anche due smartphone di dubbia provenienza.