A1 femminile

Bogliasco Bene, pareggio in rimonta contro la Despar Messina seconda della classerisultati

Le biancoazzurre non si scompongono dopo lo 0 a 3 iniziale e impattano 5 a 5

Bogliasco. Si ricomincia. Dopo una lunga sosta, per tante ma non per tutte. Ad esempio, non per chi ha vinto il bronzo agli Europei: sono Frassinetti per il Bogliasco, Aiello, Gorlero, Garibotti e Radicchi per il Messina, che in pratica non hanno mai smesso.

Partite. Palla al Bogliasco ma si ferma tutto per osservare un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime della tragedia di Brema. Apre il Messina con Bosurgi, tiro forte sotto le braccia di Falconi. Superiorità per il Bogliasco, nulla di fatto. Ancora Bosurgi per il raddoppio, colomba perfida e poi un gesto contro il portiere della Rari che da una campionessa come lei non si può accettare. Chiude la frazione la rete di Garibotti in superiorità: 0-3. Padrone di casa non ancora in partita.

Secondo tempo. Palla alle locali. Superiorità per le siciliane: para Falconi. Si sblocca il Bogliasco Bene con il gol di Boero, complice una deviazione. Continua l’attacco del Messina che trova la strada sbarrata dalle parate del capitano. Si avvicina ancora la Rari con la rete di Viacava. Nel frattempo Agnese Cocchiere ha bisogno delle cure mediche: labbro inferiore spaccato e suturato, pochi minuti e torna in acqua.

Cambio campo. Palla al centro al Bogliasco. Ed è proprio Cocchiere con un bel movimento da cinque a metterla dentro e ad agguantare il momentaneo pareggio. Serie di espulsioni per parte, Messina che ne sfrutta una con Morvillo servita sul secondo palo: 3-4. Ancora parità con un gran tiro da fuori di Rambaldi. Espulsione definitiva di Bosurgi. Radicchi in superiorità realizza il gol del 4-5, condito anche da parte sua da un gesto poco sportivo.

Ultimo tempo. Palla al Bogliasco: tutte e quattro le volte la nuotata ed il tocco magico è di Frassinetti. Agnese Cocchiere conquista un rigore: batte Boero, para Gorlero. Intanto Falconi tira giù la saracinesca e Gorlero chiede alle sue di giocare i 30, tutti. Attacco forsennato del Messina, Falconi non sbaglia un intervento. Arriva il pareggio, lo segna Frassinetti e non dal centro. Serie di espulsioni ma alla “Vassallo” non si passa e la partita finisce 5 a 5.

“E’ stata una battaglia – afferma Mario Sinatra, allenatore del Bogliasco Bene – perché loro giocano in un modo che non commento perché a me non piace e l’arbitraggio è stato buono ma se avessero fischiato qualcosa in più il Messina avrebbe finito la partita in due. Noi abbiamo cominciato contratte, loro sono molto esperte e lo 0-3 iniziale ha condizionato l’andamento della partita. Sono state brave le ragazze a rientrare e abbiamo avuto la possibilità anche di vincere ma forse non abbiamo ancora la capacità di farlo: dobbiamo lavorare parecchio”.

Maurizio Mirarchi, allenatore della Despar Messina, dichiara: “Una partita intensa, abbiamo cominciato bene poi le scorie dell’Europeo si sono fatte sentire, siamo calati poi una reazione caratteriale. Sapevo che non sarebbe stata facile, alla fine, il pareggio mi sembra un risultato giusto. Qui è difficile passare, il Bogliasco in casa gioca sempre in maniera caratteriale. Abbiamo tempo, il campionato è lungo”.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – Despar Messina 5-5
(Parziali: 0-3, 2-0, 2-2, 1-0)
Bogliasco Bene: Falconi, Viacava 1, Gualdi, Dufour, Trucco, G. Millo, Maggi, Rogondino, Boero 1, Rambaldi Guidasci 1, Cocchiere 1, Frassinetti 1, Casareto. All. Sinatra.
Despar Messina: Gorlero, Gitto, Morvillo 1, Radicchi 1, Garibotti 1, D’Agata, Marchetti, Aiello, Bosurgi 2, Laganà. All. Mirarchi.
Arbitri: Marongiu e Taccini.
Note. Uscite per tre falli: Bosurgi nel terzo tempo, Morvillo nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 1 su 8 più 1 rigore fallito, Messina 3 su 7.