Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Benedetta Casaretto racconta la “sua” Rari Nantes Bogliasco

Stagione ricca di impegni per l'atleta bogliaschina che sostituisce Teresa Frassineti, protagonista agli Europei femminili.

BogliascoLa Rari torna in acqua per il ritorno della prima fase della Coppa Italia femminile. La formula prevede il concentramento a tre, con Imperia e Rapallo, e questa volta si gioca alla Gianni Vassallo. Edizione  particolare che si inserisce in una stagione impegnativa, con lunghe soste, come quella in corso per i Campionati Europei di Belgrado, quindi squadre senza le Nazionali impegnate a rappresentare i colori dell’Italia.

Rarirosa senza Teresa Frassinetti, ma con le compagne pronte a riaprire come hanno chiuso, il 20 dicembre, partite di andata con due vittorie su due. Si gioca sabato e domenica alle 19.30, prima Imperia, poi Rapallo, domenica alle 13 invece il match tra le due avversarie. A presentare l’appuntamento del prossimo fine settimana è Benedetta Casaretto coinquilina a difendere la porta della Rarirosa.

Dall’appuntamento di andata ad oggi:-“Un po’ di vacanza, che serve sempre per recuperare, per ricaricarci; poi abbiamo ricominciato a lavorare. Programma di mantenimento ed un importante common training con la squadra Harvard, per ritrovare il ritmo partita, e giocare contro ragazze che non conosciamo  per crescere”.

Ed ora la Coppa:-“Contro squadre che conosciamo molto bene, potrebbe sembrare più facile ma siamo consapevoli che possono metterci in difficoltà.  A dicembre contro l’Imperia sembrava il match meno impegnativo invece è stata una partita combattuta perché in comune abbiamo tutte il fatto di essere toste, di non mollare mai. Vogliamo la Vassallo piena, il pubblico sugli spalti è una sensazione bellissima”.

Dopo questa fase:-“La Final Six in programma a marzo. Impegnativa con partite che saranno tutte finali secche. Bisogna allenarsi in maniera specifica: cinque partite in tre giorni, deve reggere la testa ed il fisico. Vogliamo passare il turno, è tra gli obiettivi di questa stagione,  migliorare il quarto posto sia in Coppa Italia sia in Campionato, i presupposti ci sono tutti anche se questa sosta è pesante: si cresce giocando e noi eravamo in scia positiva”.

Sugli Europei dice:-“Sto ammirando la prestazione di Teresa vera trascinatrice sia nel club sia in Nazionale. Auguro il meglio al 7Rosa ed in particolare a lei. Abbiamo la fortuna di averla come compagna di squadra, di poterci allenare con lei e ci si rende conto di cosa un atleta deve fare per ottenere risultati”.

A parte la pallanuoto:-“Ancora due esami per laurearmi in Logopedia, obiettivo entro il 2016. Riesco a far convivere tutto,  con la disponibilità e la comprensione di mister Sinatra che è sempre molto sensibile alle nostre esigenze di atlete professioniste per impegno ma non per guadagno, è un valore aggiunto che ci aiuta”.

L’ambiente alla Rari Nantes Bogliasco:-“Ottimo. Quest’anno la novità con l’aggiunta di Carlotta Malara. E’  entrata in famiglia e fa piacere, siamo come sorelle, la competizione non è un problema se c’è rispetto e stima, abbiamo un ottimo rapporto. La coppia Falconi-Casareto è diventato un trio”.