Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Asl 4, M5S: “A Chiavari va in scena il teatrino della vecchia politica”

Chiavari. Sabato, in una sala strapiena dell’ auditorium San Francesco di Chiavari, si è svolto l’incontro dal titolo: “Difesa della Asl 4”.

“Promosso dal Comitato Malati del Tigullio, doveva essere un momento per proporre e discutere della possibile riorganizzazione della nostra Asl, ma così non è stato. Dopo la presentazione da parte del presidente Mordini del progetto di riorganizzazione pensato dall’associazione, è cominciata una vera e propria caciara politica degna dei migliori talk show che ogni giorno dominano le nostre televisioni. Da una parte il centrodestra che difendeva a spada tratta l’assessore regionale alla Sanità Viale sulla paventata chiusura dell’Asl 4; dall’altra un esponente del Partito Democratico che sollecitava la Giunta Toti a presentare il ‘libro bianco’, dimenticandosi che gli ultimi 10 anni di governo regionale sono stati in mano al suo schieramento, con i risultati che oggi tutti vediamo. E poi la solita sfilata di sindaci di ogni schieramento, ognuno – a parte qualche rara eccezione – con il proprio orticello da difendere e le proprie marchette elettoralistiche”, dichiarano Gabriele Pisani e Fabio Tosi, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria.

“Dispiace constatare come, per l’ennesima volta, i nostri amministratori, evitano di prendersi la responsabilità di decidere su temi importanti come la sanità e la cura delle persone e sbilanciarsi verso delle decisioni che potrebbero risultare impopolari, aspettando che sia qualcun’altro a farlo – spiega Gabriele Pisani – Oggi più che mai i nostri amministratori devono prendere decisioni velocemente e in modo coeso ed unitario. Solo cosi si può sperare di riuscire a difendere questi servizi e non farli sparire completamente, valorizzando le numerose eccellenze che già esistono e recuperare quelle che fino ad oggi non lo sono state per mancanza di risorse umane e tecniche”.

Il consigliere regionale M5S Fabio Tosi punta la lente sulla sua città, Rapallo, e in particolar modo sull’ospedale: “Un presidio che va difeso e tutelato. È la penultima struttura ospedaliera costruita in Liguria in ordine di tempo. Chiuderlo o consegnarlo ai privati sarebbe una grave sconfitta per i malati e per tutti i cittadini. Ricordo che l’ospedale è nato sulle ceneri di altri 3 ospedali e che doveva anche servire tutta la vallata della Fontanabuona con la realizzazione del tunnel Rapallo-Fontanabuona mai realizzato”.

I due portavoce pentastellati hanno scelto di non intervenire nel dibattito “per non alimentare la discussione con sterili polemiche politiche. La nostra discussione – concludono Tosi e Pisani – sarà fatta nelle sedi opportune. Come stiamo facendo dal momento della nostra elezione in Regione, continueremo ad ascoltare i cittadini e gli operatori sanitari per presentare la migliore proposta possibile in difesa dei malati e dei loro diritti”.