Cronaca

Aria pulita nella Città Metropolitana di Genova. Potenziata la centralina di Campomorone

Centralina per il controllo dello smog

Aria pulita ieri mercoledì 13 gennaio nella Città metropolitana di Genova: le centraline che monitorano la qualità dell’aria hanno infatti rilevato nel capoluogo e sul resto del territorio metropolitano valori inferiori ai limiti di legge della concentrazione in atmosfera degli agenti inquinanti: ozono, monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili (valori elevati, ma sotto la soglia di informazione alla popolazione, solo per il biossido d’azoto in corso Europa a Genova).

Dallo scorso 1 gennaio, in attuazione della nuova configurazione della rete di misura della qualità dell’aria deliberata nel 2014 dalla giunta regionale della Liguria, la postazione di Campomorone (località Campora) è stata integrata con gli analizzatori in continuo di biossido di zolfo (SO2), monossido di carbonio (CO) e biossido di azoto (NO2). A breve la postazione sarà dotata anche di un campionatore gravimetrico per la misura del particolato atmosferico – PM10.​

Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare prevede anche per oggi, giovedì 14 gennaio, condizioni sfavorevoli al ristagno di inquinanti nei bassi strati atmosferici.