Quantcast
Cronaca

Alluvione Genova: il giudice ha disposto un supplemento di indagine

Genova. Un nuovo supplemento di indagine è stato disposto dal giudice Adriana Petri per estrapolare le targhe della macchina dei vigili urbani inquadrato su via Fereggiano il giorno dell’alluvione del 4 novembre 2011 e costato la vita a sei donne, di cui due bambine.

Il supplemento è stato chiesto e ottenuto al legale di Francesco Scidone, l’avvocato Andrea Testasecca, nel corso del contro esame ai due vigili che avevano dichiarato di avere chiuso la strada alle 12, mentre dai video mostrati in aula riprenderebbero il loro transito verso valle dopo oltre 20 minuti dopo la prima telefonata fatta al Coa per transennare la strada. I due vigili hanno detto che allora l’auto poteva non essere la loro e per questo adesso si cercherà di risalire alla targa esatta del mezzo.

Nel processo sono imputati l’ex sindaco di Genova Marta Vincenzi, l’ex assessore alla protezione civile Scidone, i
dirigenti comunali Gianfranco Delponte e Pierpaolo Cha, e l’ex capo della protezione civile comunale Sandro Gambelli. Le accuse sono di omicidio colposo plurimo, disastro colposo, falso e calunnia, mentre a Roberto Gabutti viene contestato solo il falso e la calunnia.

Più informazioni
leggi anche
  • Serie a e serie b
    Regione scrive al Governo: “Servono aiuti anche per alluvionati del novembre 2014”
  • Liguria
    Alluvioni, via al nuovo bando da 6,4 milioni di euro per sistemi di auto protezione