Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Alle pantere del Molassana il derby di inizio anno risultati

Rossoazzurre in gran spolvero dopo la sosta natalizia vincono meritatamente e avvicinano le cugine nella parte sinistra della classifica

Genova. Riparte il campionato di Serie B femminile e per le due genovesi è tempo di derby fra Molassana Boero e Amicizia Lagaccio. Non sono mancate le emozioni quindi per i tifosi che affollavano gli spalti del “Boero”.

La sosta ha inciso soprattutto nelle gambe delle lagaccine tornate dalla pausa troppo brutte per essere vere, mentre il Molassana è sembrato tonificato e rigenerato dopo un avvio di stagione a singhiozzo. Le rossoazzurre infatti prendono da subito in mano il pallino del gioco e costringono le avversarie a difendersi.

Il primo affondo arriva al 23° con una punizione battuta dalle padrone di casa che spiove in area e giunge a Coppolino, la quale controlla e calcia, ma colpisce male e la palla vola sopra la traversa. Due minuti dopo è Ferrari che con un miracolo nega la gioia del gol ancora a Coppolino toccando la palla quel tanto che basta per farla volare sulla traversa.

Al 32° Ferrari è impotente sul tiro di Calcagno, ma la difensore rossoazzurra grazia il portiere concludendo alle stelle. Il primo tempo si conclude con il Lagaccio che prova ad uscire dal proprio guscio, ma le ragazze di Antonini sembrano spaesate e frastornate dall’energia delle avversarie.

Nella ripresa è sempre il Molassana a fare la partita. Al 54° ancora Coppolino, scatenata oggi, arriva puntuale sulla palla, ma è nuovamente imprecisa e la sua volée termina fuori. Al 61° arriva il vantaggio delle locali: Tortarolo arriva al limite dell’area e calcia una delizia che scende improvvisamente beffando Ferrari, che tocca la palla, ma inutilmente. 1-0 meritato della squadra di Alessandra Berlingheri, che conosce bene le lagaccine e sa che deve mettere al sicuro il risultato.

Perciò l’azione delle padrone di casa riprende da dove avevano interrotto, mentre le verdiblu sembrano subire il colpo e perdere il controllo di una partita che in realtà non avevano mai controllato. Così al 70° Fernandez sfrutta al meglio la sua velocità e in contropiede salta mezza difesa avversaria e deposita alle spalle di Ferrari.

Arriva solo ora la reazione delle ospiti. Al 73° Bargi crea la prima palla gol entrando in area e saltando anche il portiere Bandini che la stende e si prende il rosso diretto. Entra Bacigalupo che nulla può sul tiro dagli undici metri di Merler. Le lagaccine prendono le redini della partita e sull’onda dell’entusiasmo per il gol stringono il Molassana in difesa, ma trovano una squadra ordinata che si chiude bene e riparte in rapidi e insidiosi contropiedi.

Come accade al 75° con Tortarolo che viene fermata in velocità da Ferrari, la migliore delle sue. L’ultima occasione capita alle ospiti sull’asse Sordo che scambia con Merler e Bargi. Quest’ultima calcia al volo, ma la palla sfila alta.

Per l’Amicizia Lagaccio un altro brusco stop dopo un inizio che sembrava più che promettente (tre vittorie consecutive), ma che ora deve fare i conti con po’ di confusione in campo. Il Molassana invece dopo la scoppola di Saluzzo di fine anno pare essere tornata nei ranghi e giocando come nel derby odierno certamente potrà recuperare qualche punto. Le due squadre ora non sono lontane in classifica (Amicizia 13 punti, Molassana 11).

Castelfranco e Cuneo, lassù a 22 e 20 punti sembrano, almeno al momento, irraggiungibili ma per entrambe il terzo posto non è un’utopia. Le lagaccine ora devono concentrarsi al massimo e arrivare al prossimo turno ritrovando il proprio gioco, visto che a Genova arriva proprio la capolista Castelfranco. Per il Molassana una trasferta sulla carta semplice a Imola, squadra che ristagna nelle ultime posizioni, ma che ha subito una pesantissima “manita” nell’ultimo turno e avrà certamente voglia di riscatto.