Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Un milione di libri, musica e film in punta di mouse: a Genova parte il prestito digitale

Si arricchisce il patrimonio delle 16 strutture del Sistema Bibliotecario Urbano di Genova

Più informazioni su

Genova. Prende il via nelle biblioteche genovesi un nuovo servizio, totalmente gratuito. Si chiama “More than books” e si tratta di un portale digitale che offrirà ai cittadini un’innovativa piattaforma di ricerca, consultazione e prestito di contenuti digitali.

More than books

Sarà possibile scaricare e-book, leggere in streaming o prendere in prestito musica, film, video, corsi di lingue e lezioni universitarie, ma anche consultare articoli di quotidiani, riviste e banche dati, ricette, giochi per bambini e ragazzi, audiolibri e tanto altro ancora.

Oltre un milione di risorse, in continua crescita, opportunamente selezionate e catalogate, andranno ad integrare il già ricco patrimonio delle 16 strutture del Sistema Bibliotecario Urbano di Genova, costituendo di fatto una grande e organizzata “biblioteca digitale” con caratteristiche “social”; ciò permetterà ad ogni utente del web di produrre commenti, condivisioni e recensioni, realizzando una vetrina digitale al servizio che diverrà ulteriore strumento per promuovere la lettura e l’informazione.

Con questa evoluzione tecnologica le biblioteche civiche genovesi diventano un polo di aggregazione culturale anche virtuale, in grado di intercettare le esigenze diversificate dei cittadini, dal giovane “nativo digitale” all’anziano con problemi di deambulazione, con particolare attenzione agli aspetti dell’accessibilità.

Si potrà utilizzare il servizio accedendo al portale del Sistema Bibliotecario Urbano (homepage: www.bibliotechedigenova.it) o dal portale delle biblioteche di Ateneo (http://www.sba.unige.it/).

Ci si iscrive inserendo le proprie credenziali (codice fiscale e password) e compilando integralmente la scheda per l’auto-registrazione. Le risorse digitali potranno essere utilizzate in streaming, in download o tramite prestito (della durata massima di 14 giorni): l’utilizzo è diversificato in base alle modalità di acquisizione delle risorse e alle condizioni poste dagli editori.