Quantcast
Cronaca

Terzo Valico, amianto a Cravasco: esposto del Siap

cronaca

Campomorone. “Sul rischio amianto nei cantieri Tav di Cravasco non accettiamo il silenzio – dichiara Roberto Traverso, segretario provinciale del Siap – non ci interessa l’aspetto politico sull’opera dell’alta velocità, ma rivendica il rispetto della legge che tutela la salute di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori italiani, anche i poliziotti”.

Il Siap ha infatti depositato per conoscenza presso la Procura della Repubblica di Genova un esposto. “Lo stesso che è stato inoltrato a chi ha il dovere istituzionale e giuridico d’intervenire con le prescrizioni del caso visto che abbiamo dimostrato che i poliziotti genovesi all’epoca dei fatti sono stati fatti entrare dentro i cantieri e sono stati dotati dei dispositivi di protezione individuale previsti. Come mai i rappresentanti dei lavoratori non sono stati informati? Il Questore lo sapeva?”, prosegue Traverso.

Il sindacato di polizia chiede quindi chiarezza, trasparenza e giustizia. “Non accettiamo strumentalizzazioni che fanno male alla categoria e all’immagine della polizia”, conclude il segretario provinciale.

leggi anche
Il trattamento dell'amianto nel cantiere del Terzo Valico di Cravasco
Cronaca
Amianto, sabato 6 febbraio presidio No Tav Terzo Valico a Cravasco