Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Stazione di Sestri Ponente, la rivoluzione è realtà: chiusa l’entrata storica fotogallery

Obbligatorio accedere dal sottopasso dal Mercato del Ferro o dal nuovo varco a levante

Sestri Ponente. Rivoluzione in stazione: solo pochi mesi fa sembrava un’esagerazione, dall’11 dicembre 2015 si avvera invece un’idea di cui si parlava ormai da anni. Nelle prossime ore saranno cancellate le strisce pedonali di via Puccini, ma quello che conta è che entro questa notte il varco storico di accesso ai treni scomparirà, dopo più di un secolo di vita.

Al suo posto due accessi, il sottopasso nei pressi del Mercato del Ferro e il nuovo varco a levante presso il ponte Cibrario. Cambiamenti già operativi, mentre nei prossimi giorni i tecnici comunali provvederanno a ricalibrare la temporizzazione dei semafori.

“Si tratta – spiega il consigliere municipale con delega alla viabilità e traffico Massimo Romeo, in prima linea per la realizzazione del progetto – di un risultato importantissimo, ottenuto grazie all’impegno del Municipio e alla collaborazione di tutti gli enti. Un cambiamento storico, ottenuto in soli otto mesi. Ora avremo più sicurezza per i pedoni e minor problemi alla circolazione”.

“Il Municipio – sottolinea l’assessore alla Mobilità del Comune di Genova Anna Maria Dagnino – ci ha messo in condizione di lavorare, svolgendo proprio la sua funzione più importante: raccogliere le esigenze del territorio. Il Comune ha raccolto la segnalazione e si è attivato per intervenire in maniera veloce e precisa: a lavori finiti possiamo dire che la collaborazione tra enti ha avuto successo. Ora manca solo l’attivazione degli ascensori: a gennaio dovrebbero esserci importanti novità anche in questo senso”.

L’intervento sulla stazione ferroviaria non si è limitato però ai soli varchi d’accesso, come spiega l’ingegner Vincenzo Macello, di Rfi. “E’ costato 120 mila euro ed è servito anche per elevare il decoro della stazione e dei sottopassi. Abbiamo inoltre riammodernato tutti i locali, compresi i servizi igienici e i box di attesa“.