Intimidazione

Proiettili di kalashnikov spediti a Genova Parcheggi e ai vigili

E' stato tutto sequestrato dalla Digos, a caccia di impronte digitali

Genova. Bossoli di proiettili di kalashnikov o di una mitraglietta leggera dei paesi dell’Est, avvolti in post-it gialli. Questo il contenuto di due buste, recapitate nei giorni scorsi presso la sede di Genova Parcheggi e in quella della polizia municipale di Albaro.

All’interno, nessuna rivendicazione o messaggio minatorio: solo carta riciclata. Un gesto di difficile interpretazione, sul quale il sostituto procuratore Federico Manotti ha aperto un fascicolo per minacce gravi.

Gli agenti della Digos hanno sequestrato tutto il materiale per cercare di recuperare possibili impronte o tracce che possano ricondurre ai responsabili del gesto.

leggi anche
  • Ritrovamento
    Mistero a Marassi, operai trovano 67 proiettili all’interno dello stadio Luigi Ferraris
  • Intimidazione?
    Genova, trovato proiettile vicino all’Nh Hotel Marina