Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio Aerospace, Fiom: “Richiesto incontro urgente sulla vertenza”

Liguria. Nella giornata di ieri le Segreterie provinciali della Fiom Cgil di Genova e Savona e della Uilm di Savona hanno richiesto al Ministero dello Sviluppo Economico di calendarizzare un incontro in cui convocare la società Piaggio Aerospace e la Regione Liguria.

“Pensiamo sia arrivato il momento che il management Piaggio faccia chiarezza su ciò che sarà dell’azienda a partire dal prossimo mese di gennaio, visto che negli ultimi mesi i fatti sono in palese contrasto con quanto comunicatoci nell’incontro dello scorso 29 settembre – ha dichiarato Andrea Pasa Segretario Fiom Cgil Savona – E’ necessario che il Governo attraverso il Ministero dello Sviluppo Economico, verifichi lo stato di avanzamento dell’intera operazione Piaggio e soprattutto monitori continuamente che gli impegni sottoscritti nell’accordo dello scorso 10 giugno 2014 vengano rispettati nei tempi e nei contenuti. Tutto questo a garanzia della continuità produttiva di ricerca e di sviluppo in cui Piaggio e’ leader nel mondo grazie alla capacità e professionalità dei propri dipendenti che sono stato capaci in questi ultimi anni di progettare e sviluppare tre nuovi prodotti anche in momenti di grande sofferenza aziendale”.

Per Fiom e Uilm il passaggio al Ministero diventa fondamentale per chiarire gli aspetti legati a Piaggio, ma anche quelli legati all’operazione di esternalizzazione presso la società Laerh, visto che ad oggi l’operazione ha subito tra i 9/12 mesi di ritardo rispetto a quello preventivato . “E’ necessario che Piaggio chiarisca nei primi giorni di gennaio la situazione dei carichi di lavoro che intende affidare a Laerh: è questo il vincolo fondamentale a garanzia delle future assunzioni presso Laerh. Inoltre non possono più essere rimandati gli incontri, che fino ad oggi sono stati continuamente posticipati dall’impresa, tra direzione del personale e la Rsu per verificare la situazione reale dei reparti all’interno dello stabilimento di Villanova, velivolistici, motoristici e dell’ufficio tecnico”, conclude Pasa.