Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Natale spaziale: oltre alla cometa, anche un asteroide si avvicina alla terra

Alla vigilia di Natale è attesa la cometa 2003 SD220, che passerà a 150 milioni di chilometri dalla Terra

Più informazioni su

Liguria. Alla vigilia di Natale è attesa la cometa 2003 SD220, che passerà a 150 milioni di chilometri dalla Terra. E non sarà il solo visto che un asteroide più piccolo potrá essere anche più vicino. La notte del 25 dicembre invece sará la Luna a dare spettacolo: sarà piena a Natale dopo 38 anni. Due appuntamenti imperdibili per gli studiosi e appassionati astronomia e in particolare per il Gruppo Astrofili di Savona guidati dal presidente Ugo Ghione.

“L’asteroide 2003 SD220 – spiega Ghione – è noto già da tempo, scoperto il 29 settembre 2003 è un “sassolone” del diametro compreso fra 1,1 e 2,5 km con un periodo di 275 giorni, la sua orbita è interna a quella terrestre, ma essendo ellittica con una eccentricità abbastanza elevata (0,2) si può avvicinare notevolmente alla Terra, questa è la situazione del prossimo Natale, l’asteroide si avvicinerà a circa 10,9 milioni di km circa 28 volte la distanza delle Luna”.

Ancora Ghione:”Non ci sarà nessun pericolo di impatto e non ci sono rischi per i prossimi due secoli, infatti questo asteroide non rientra negli oggetti potenzialmente pericolosi per la Terra (http://neo.jpl.nasa.gov/risks/) ma solo in quelli la cui orbita passa vicino (http://neo.jpl.nasa.gov/ca/) e come si può vedere entrambe le tabelle sono ben nutrite, c’è molto lavoro da fare per monitorare questi oggetti. In realtà il lavoro per astronomi è molto maggiore infatti ogni giorno vengono scoperti nuovi asteroidi che vanno monitorati e di cui va calcolata l’orbita, attualmente si stima che siano noti solo il 10% degli asteroidi con un diametro superiore a 100 metri che potrebbero colpire la Terra, anche gli astrofili collaborano in maniera significativa a questi studi, infatti gli asteroidi sono talmente tanti che i professionisti non riescono a monitorarli tutti e lavorano perciò in collaborazione con osservatori astronomici gestiti da astrofili che fotografano questi asteroidi ed effettuano le misurazioni necessari per determinarne l’orbita ed i potenziali rischi per la Terra”.

Poi, la notte del 25 dicembre, risplederà una luna piena. E’ dal 1977 che non cadeva proprio la notte di Natale.
Alle 12.11 la Luna sarà nella pienazza totale, ma solo alle 18 sarà in cielo visibile a tutti. E sarà il caso di non perdersela visto che il prossimo plenilunio di Natale cade solo nel 2034.