Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Genoa salva Garcia, contro la Roma finisce 2-0 risultati

Rossoblù ancora in crisi di risultati, ma stavolta fa discutere l'arbitraggio

Più informazioni su

Il Genoa rianima la Roma e salva Rudi Garcia. All’Olimpico finisce 2-0 tra due squadre in crisi che giocano una partita spigolosa e in cui la gestione dei falli da parte del direttore di gara lascia a desiderare. Alla fine i problemi dei padroni di casa continuano a vedersi tutti, con un Genoa che non demerita ma che davanti appare troppo leggero.

Al netto delle recriminazioni, Gasperini fa di necessità virtù e, viste le assenze di Perotti e Pavoletti, schiera un Genoa coperto con il solo Gapké in attacco. La Roma invece si presenta ai fischi dei suoi (pochi) tifosi presenti allo stadio con il tridente Gervinho, Dzeko e Salah.

Il Genoa inizia bene: molto corto, con marcature a uomo e pronto a ripartire in velocità. Capel spinge da esterno alto e crea più di un problema ai giallorossi. I ritmi si mantengono comunque piuttosto bassi.

Al 21′ Nainggolan si becca un giallo per un brutto fallo su Ntcham: il rosso sarebbe forse stato più giusto. POchi minuti più tardi la prima fiammata giallorossa: Salah scappa via a Laxalt, palla a Dzeko che conclude verso Perin con palla deviata in calcio d’angolo. Al 31′ Nainggolan ancora graziato: già ammonito, stoppa un passaggio di Laxalt con la mano. Per Gervasoni non è giallo.

Al 33′ si veda il Genoa. Rincon serve Ntcham: sovrapposizione per Izzo che conclude in porta, palla deviata in angolo.

Vita facile per la difesa rossoblù, ma in finale di tempo arriva la doccia fredda. Digne mette in mezzo con Munoz che svirgola: palla a Florenzi che batte Perin da pochi passi. L’abbraccio collettivo è per Garcia, il vantaggio per la Roma.

Partita da recuperare e il secondo tempo Gasperini lo inizia con Lazovic al posto di Capel. Con il passare dei minuti entreranno anche Pandev per Ansaldi e Cissokho per Tachtsidis. Con gli ospiti costretti ad inseguire la gara cambia: più coraggioso (ma sempre lento) il Genoa e più spazi per la Roma.

Al 49′ Lazovic ci prova con un bel tiro, deviato in angolo da Szczesny. Poi è Manolas a chiudere su Pandev, lanciato sempre dal serbo. Il Genoa recrimina ancora: Nainggolan commette fallo su Tachtsidis, ma ancora una volta niente giallo.

Al 71′ Dzeko mette paura: Perin superato, ci vuole Munoz per salvare sulla linea. Passano 4′ e deve abbandonare il campo: cross in area, cade dopo un contrasto di Munoz. Per Gervasoni non c’è nulla e le proteste dell’attaccante fanno scattare il cartellino rosso.

Roma in 10 uomini e Genoa che tenta lo sforzo finale. Al ’79 Szczesny chiude su un tiro deviato dalla distanza di Laxalt. Poi il colpo del ko che chiude la gara: Sadiq, appena entrato, raccoglie di testa un cross di Vainqueur e batte Perin. Difesa del Genoa colpevole. Finisce così, dopo 5 minuti di recupero. Per la Roma arrivano 3 punti che fanno solo classifica, il Genoa chiude il 2015 ancora in crisi di risultati.