Quantcast
Lotta agli abusivi

“Guardie e ladri” al Porto Antico, scattano i controlli contro parcheggiatori e venditori abusivi fotogallery

Giro di vite sui controlli nell'area più turistica di Genova, in attesa delle "espulsioni mirate"

Genova. Il ragazzo senegalese che dà da mangiare briciole di pane ai pesci del porto antico e’ lo stesso che, qualche minuto prima, mi aveva fermato cercando di “regalarmi” l’ennesimo elefantino di plastica Made in China, “Porta fortuna e te lo regalo perché oggi l’Africa e’ in festa per la nascita di Mandela” (che in ogni caso era nato il 18 Giugno).

Scene da “guardie e ladri” l’indimenticabile film con Totò e Aldo Fabrizi, nella zona attorno all’Acquario nel giorno in cui è stato deciso un giro di vite sui controlli nell’area più turistica di Genova. Una scelta decisa dal Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza per cercare di frenare quella brutta immagine di abusivismo dilagante che, da troppo tempo, e’ diventata un simbolo del degrado, ma, a quanto pare, anche per dare un segnale chiaro dopo le aggressioni alle forze dell’ordine dei giorni scorsi.

Nell’ultimo mese, infatti, c’è stata una vera e propria escalation di violenza nei confronti degli agenti chiamati a sequestrare materiale contraffatto. Dalle pattuglie accerchiate vicino al Luzzati, fino ai carabinieri aggrediti mentre notificavano una multa, per un bilancio totale di 13 militari feriti e l’aumento dei controlli proprio in quell’area sembra essere una prima risposta.

Non si tratta certo di una “militarizzazione”‘ ma, in ogni caso, nelle zone più sensibili, quelle dei parcheggi, primo punto di approccio con i turisti, è molto più visibile la presenza delle forze dell’ordine. Tra il museo Luzzati e i Magazzini del Cotone, a metà mattinata erano tre le auto della Polizia a presidiare, con tanto di agenti con la pettorina alla ricerca, tra le auto parcheggiate e il labirinto delle scale in metallo, degli abusivi che, alla vista delle pattuglie si eclissano alla velocità della luce.

Situazione simile affianco all’Acquario, dove la presenza delle pattuglie dei Carabinieri ha avuto un effetto “deterrente” e ha letteralmente svuotato quel corridoio di illegalità che arrivava fino al galeone dei pirati e che, ogni giorno, forma un bazar di merce contraffatta di ogni tipo.

Un primo provvedimento, quindi, in attesa di capire se si potrà concretizzare il calendario di “espulsioni mirate” che potrebbero colpire oltre ai responsabili delle aggressioni, una trentina di persone, anche altri clandestini, noti alle forze dell’ordine per attività di spaccio o di piccoli furti

leggi anche
cronaca
In via pré
Carabinieri fermano senegalese: circondati da 40 connazionali
cronaca
Genova
Genova, pugni e calci ai Carabinieri per evitare il controllo: venditore abusivo arrestato
carabinieri
Via petrarca
Genova, si improvvisa parcheggiatore abusivo: denunciato
parcheggiatori abusivi piazza dante
Via petrarca
Genova, parcheggiatore abusivo sorpreso dai Carabinieri