Quantcast
Denunce e sequestro

False griffes, scoperto laboratorio clandestino in via Prè

Genova. La polizia ha scoperto in un appartamento di via di Pré un laboratorio per la contraffazione di capi d’abbigliamento e accessori, denunciando 4 persone, tutte con precedenti.

Tre senegalesi di 33, 36 e 42 anni sono finiti nei guai per i reati di ricettazione, contraffazione e commercio di prodotti con segni falsi in concorso tra loro e un marocchino di 26, che aveva appena acquistato due prodotti, per i reati di ricettazione e introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi.

Sull’abitazione era in corso da tempo un’attività investigativa, ma nel percorrere la via, gli agenti hanno notato il marocchino uscire dal portone con un sacchetto in mano, al cui interno erano contenuti una borsetta con marchio Hogan e un giubbotto Colmar. L’uomo ha subito ammesso di aver acquistato i prodotti, di scarsa fattura, in un appartamento per la somma di 35 euro.

I poliziotti si sono quindi recati nella casa, al cui interno hanno trovato i 3 senegalesi, tutti al lavoro su altrettante macchine da cucire elettroniche intenti nell’applicazione di etichette contraffatte di note case di moda. La perquisizione effettuata ha consentito il sequestro di 5674 etichette, delle tre macchine da cucire e del materiale di sartoria, tra cui una chiavetta usb con i programmi di cucitura specifici per i diversi loghi e di 10 capi d’abbigliamento già contraffatti.

Sulla scorta dell’operazione di ieri e dei precedenti dei tre, già denunciati gli stessi reati, è stato richiesto all’Autorità Giudiziaria il sequestro preventivo dell’appartamento.

leggi anche
  • Maxi sequestro
    Genova: scoperta “sartoria” del falso nella zona del Porto Antico
  • Beccati
    Ordinavano false griffes via WhatsApp: decine di genovesi multati
  • Contraffazione
    False griffes, oltre 6.800 articoli pronti per pellegrini e turisti: cinque denunce