Quantcast
Brignole e centro storico

Crocifissi e gadget del Giubileo taroccati: maxi sequestro a Genova

Intensificati i controlli durante le aperture della Porte Sante a Genova e Chiavari

Genova. La guardia di finanza, in concomitanza con gli eventi di avvio del Giubileo e a Chiavari, ha intensificato l’attività di contrasto all’abusivismo commerciale e alla vendita di prodotti contraffatti o non conformi alla normativa sulla sicurezza.

Nel corso dei controlli svolti nelle vie e piazze del centro cittadino e in particolare nei pressi del “mercatino” di Brignole, in negozi di vendita di articoli casalinghi e giocattoli e in un deposito clandestino, quest’ultimo nel centro storico di Genova, sono stati sequestrati circa 77 mila prodotti contraffatti o non conformi agli standard di sicurezza previsti dalla normativa nazionale ed europea, pronti per essere venduti in occasione dell’intenso flusso di pellegrini e turisti per l’inizio del Giubileo.

Oltre ai prodotti contraffatti, come monili, profumi, capi ed accessori di abbigliamento, sono stati sequestrati numerosi oggetti destinati prevalentemente ai fedeli, tra i quali anche rosari riportanti l’immagine di Sua Santità Papa Francesco, commercializzati illegalmente. Gli interventi hanno consentito di denunciare all’Autorità Giudiziaria 7 cittadini extracomunitari per i reati di ricettazione, introduzione, produzione e commercializzazione nello Stato di prodotti con segni falsi o per violazione alle norme sulla sicurezza dei prodotti.

leggi anche
  • Cento blindato
    Giubileo: aperte le Porte Sante di Genova e di Chiavari
  • Per un giorno
    Giubileo: portone del carcere di Marassi diventa Porta Santa