Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cogoleto – Real Fieschi 1-1, la cronaca risultati

Un ottimo Cogoleto sfiora la vittoria con la capolista

Cogoleto. Dopo dieci vittorie consecutive, il Real Fieschi impatta in un Cogoleto “in palla”, tanto che solo a tre minuti dal 90° trova l’episodio decisivo (un rigore, realizzato da Dasso), che gli consente per lo meno di mantenere l’imbattibilità.

I “granata” di mister Aloe avrebbero meritato la vittoria, avendo meglio interpretato la gara sotto il profilo tattico e soprattutto per la carica agonistica messa in campo alla ricerca del risultato di prestigio … ed è ben noto che chi “ha fame” in genere fa meglio di chi “ha la pancia piena”…

Così che, quando l’arbitro emette il triplice fischio di chiusura, il Real Fieschi esce dal terreno di gioco più soddisfatto dei padroni di casa, conscio di aver evitato in extremis una sconfitta, cui non sarebbero servite, come sufficiente alibi, le assenze degli squalificati Sanneti, Bonfiglio e Casella.

Il Cogoleto, è sceso in campo con un 4-1-4-1, interpretato da: Mancuso tra i pali; Rampini, Lavagetto, Damonte e Robello sulla linea difensiva; Tagliabue nel ruolo di playmaker arretrato; Rondinelli, Caviglia, Perasso e Craviotto a comporre la linea di centrocampo, peraltro “alta”, a supporto del “tanque” Michele Rossi.

Il 4-3-3 del Real Fieschi prevede Bongiorno in porta; Cogozzo, Andrea Massa, Bellolio e Moggia in difesa; Giacomo Massa, Ruffino e Ferron sulla linea mediana ed il trio di attacco composto dalle ali Perrucchio e Cizmja col vertice alto D’Amelio.

Questa la cronaca:

Al 6° conclusione da fuori area di Rondinelli, che trova Bongiorno attento nella parata.

Al 14° D’Amelio tenta, con un pallonetto, di superare Mancuso, ma la palla termina alta sopra la traversa.

Al 19° ammonizione a Bellolio, per fallo su Rossi.

Al 27° azione corale dei padroni di casa: Perasso lancia sulla fascia il velocissimo e tecnico Craviotto, che pennella un cross perfetto per il “cabezazo” di Rossi, che esce di un niente.

La prima frazione di gioco si chiude con il Cogoleto che riesce ad inaridire le fonti di gioco della capolista e a ribaltare l’azione con veloci ripartenze, che mettono in difficoltà la difesa ospite.

Si riprende dopo l’intervallo e cinque minuti dopo è festa sugli spalti cogoletesi… su punizione, appena fuori area, passano i granata: il missile di Tagliabue si infila all’incrocio dei pali (1-0)

La rete esalta i giocatori del Cogoleto (vestiti nell’occasione di giallo) ed innervosisce il Fieschi, che nel giro di due minuti ( 51° e 52°) si vede ammonire due giocatori (Ruffino e Moggia) per gioco scorretto.

Al 55° cambio nel Real Fieschi: Imbraguglia in campo, a sorpresa, per D’Amelio.

Altro cambio al 63°, Dasso entra al posto di Perrucchio.

Al 65° Cizmja (oggi non particolarmente brillante) si trova a tu per tu con Mancuso, ma fallisce la ghiotta opportunità.

Al 68° ammonito il cogoletese Robello per gioco scorretto.

Al 71° terzo cambio del Fieschi: Rolandi per Moggia.

Al 77° ammonito Craviotto per proteste.

Al 79° ammonito Rossi.

All’80° espulso mister Bottaro.

All’82° Tagliabue esce tra gli applausi del pubblico di casa, sostituito da Fumanti.

All’85° finiscono anticipatamente sotto la doccia Lavagetto e Cizmja, per reciproche scorrettezze in area di rigore.

All’87°, su azione susseguente un corner, Rossi colpisce il pallone con la mano… è rigore… e oltretutto per il centravanti, autore di una buona gara, scatta il secondo giallo, col relativo conseguente rosso.

A nulla servono ovviamente le proteste del Cogoleto… il subentrato Dasso piazza la palla sul dischetto e con freddezza realizza il penalty, consentendo a tutta la sua squadra di tirare un bel sospiro di sollievo per il pericolo scampato (1-1).

A fine match, a caldo, ecco il commento del presidente dei ponentini, Gino Bianchi: “Avremmo meritato l’intera posta e sono alquanto soddisfatto dei ragazzi, che hanno giocato addirittura meglio della capolista, dai noi comunque frenata”.