Quantcast
Economia

Cgil Genova contro la Legge di Stabilità: assemblee e volantinaggi

La Camera del Lavoro di Genova contesta molti dei provvedimenti contenuti nella Legge di Stabiltà del Governo e ne denuncia tante carenze. E’ una legge di stabilità che non guarda al mondo del lavoro, una manovra che non rompe con l’austerity, che è espansiva solo per alcuni, ma non per quella parte fondamentale per la crescita del paese che si chiama mondo del lavoro.

Non si prevedono misure destinate al rilancio dell’economia e allo sviluppo delle politiche industriali; non si affronta il vero problema del Paese, la creazione di posti di lavoro. Al contrario, i provvedimenti varati hanno peggiorato e limitato i diritti dei lavoratori sul fronte delle pensioni; la Cgil crede che sia obbligatorio modificare la Legge Fornero per ridurre l’età pensionabile e dare lavoro ai giovani. Non viene messa in campo nessuna lotta all’evasione e all’illegalità, anzi, l’innalzamento della soglia dell’utilizzo del contante favorisce l’evasione e l’elusione fiscale, l’economia sommersa, il lavoro nero e la corruzione. Non si garantisce il diritto alla salute, alla scuola pubblica, alla formazione, mettendo a rischio l’erogazione dei servizi pubblici. Si vuole fare cassa con i contributi sociali, mettendo le mani sui soldi dei lavoratori, infatti, tagliare il fondo dei Patronati significa negare l’accesso ai diritti e alle tutele essenziali a lavoratori, disoccupati, italiani e immigrati in Italia e all’Estero.

Per questi motivi la Cgil ha organizzato assemblee pubbliche nei giorni:
2 dicembre ore 17 Cornigliano Municipio Viale Narisano, 14
3 dicembre, ore 17 Chiavari, Auditorium Largo Pessagno,1
4 dicembre, ore 17 Val Polcevera, sede Cgil, via Zamperini, 1
9 dicembre, ore 17 Val Bisagno, sede CGIL, Corso Sardegna 4