Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bogliasco a Bologna, Rossella Rogondino: “Non facciamo sconti a nessuno” risultati

Poi il campionato andrà "in letargo" fino al 30 gennaio

Bogliasco. L’ultima giornata di campionato del 2015 la pallanuoto femminile la gioca domani, mercoledì 2 dicembre, poi più nulla fino al 30 gennaio, fatto salvo per la Coppa Italia che si giocherà dal 18 al 20 dicembre e gli attesissimi campionati europei.

In partenza Teresa Frassinetti, gioiello italico, subito dopo la partita: per lei tutta una tirata con la breve ma intensa pausa dei giorni di Natale e Santo Stefano. Ma la testa ed il corpo sono concentrati per l’ottava giornata. Domani, ore 15: Bologna a 6 punti, Bogliasco a 13, ma chiaramente non basta per avere già vinto. Lo sanno bene le ragazze di mister Sinatra; per loro parla Rossella Rogondino.

Che squadra incontrerete? “Da non sottovalutare, componenti con esperienza in A1, come Sparano, Mina, Verducci ma noi vogliamo questi tre punti anche per chiudere al meglio”.

Arrivate dalla vittoria larga contro l’Imperia. “Abbiamo superato un momento, Cosenza e Acquachiara, in cui avevamo completamente perso la testa, abbiamo lavorato, ci siamo concentrate e ritrovate. Contro chiunque bisogna entrare in acqua con determinazione e decidere la partita già nei primi minuti senza lasciare spazio alle avversarie”.

Anche a Bologna. “Certo, sconti a nessuno, rispetto per tutti”.

E si chiude l’anno. “Già con il pensiero alla ripresa, un 2016 senza incertezze”.

Sosta lunghissima, prima però la Coppa Italia. “Ce la vogliamo giocare al meglio, puntando in alto. Rapallo ed Imperia sono avversarie che conosciamo molto bene, l’impegno sarà massimo”.

Il tuo doppio ruolo, giocatrice e allenatrice dell’Under 13. “Una bellissima esperienza, un bel gruppo, affiatato, mi ascoltano, ci sono già grandi miglioramenti e sono soddisfatta”.

Anche i numeri sono interessanti. “Una ventina di ragazze, è lo spirito della Rari Nantes Bogliasco. Un ringraziamento particolare va infatti alla società, grande impegno e professionalità, anche nel settore femminile, ed i risultati arrivano”.

Sei arrivata da Bari, passando per Cosenza quattro anni fa. “Sono felice e sto bene. Ho cominciato anche l’Università, Scienze Motorie, a gennaio i primi esami. Riesco ad organizzare bene il tempo, studio, allenamento personale e quello delle piccole. Mi piace l’esperienza di correggere i mie errori pensando a quello che insegno alle ragazze. Mi rispecchio come giocatrice e come tecnico”.

Gli obiettivi personali? “Con la Rarirosa più in alto possibile sia in Coppa Italia sia in campionato. E’ arrivata la prima convocazione con la Nazionale ’97, dal 27 al 30 dicembre, la prospettiva sono gli Europei”.