Politica

Amministrative, Pastorino (Possibile): “Serviva Le Pen per aprire dibattito a sinistra”

palazzo tursi comune genova

Liguria. “Serviva la vittoria della Le Pen in Francia per aprire un serio dibattito interno alla Sinistra italiana. I sondaggi in discesa e la paura di perdere contro il centrodestra consentono a molti di fare riflessioni necessarie, a nostro avviso, da tempo. I tre sindaci arancioni richiamano un’unità del passato, dimenticando che il centrosinistra si è sfaldato per scelte precise fatte dal Pd. Con le larghe intese, si è scelto un altro schema”. A dichiararlo è Luca Pastorino, deputato del movimento Possibile.

“Per essere credibile, il voto al Pd richiederebbe una inversione radicale che non mi pare sia nell’agenda politica di Renzi. Lo si vede a livello nazionale dalla Legge di stabilità, oggi in discussione, ma anche a livello di strategia locale laddove, non più tardi di 2 settimane fa, il ministro Orlando lanciava all’assemblea del partito ligure l’appello a coalizioni ampie comprensive del Nuovo Centro Destra”.

“E proprio dalla Liguria, non più tardi di 6 mesi fa, si decise di lanciare una proposta per le Elezioni regionali, in totale discontinuità rispetto al modello del Partito della Nazione che in Liguria era stato addirittura anticipatore di scenari nazionali: quella proposta era stata condivisa da tutti, anche da esponenti della Lista Doria presenti nel Consiglio Comunale di Genova”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.