Quantcast
In consiglio comunale

Vecchio ospedale di Santa Margherita: il Comune limita l’aumento volumetrico

Santa Margherita. Nessun stravolgimento al bilancio 2015 ma alcuni accorgimenti necessari dovuti alle modifiche legislative. È questa la sintesi della pratica “assestamento generale di bilancio” votata ieri in consiglio comunale a Santa Margherita.

Ciò che emerge è un lavoro di ricerca di recupero risorse in ogni singolo capitolo per poter mantenere la condotta finora tenuta dall’amministrazione che non ha aumentato le tasse, anzi le ha ridotte. Nel settore del sociale, è stato possibile mantenere invariati gli stanziamenti. Grazie a questa puntuale verifica dei capitoli, considerata l’importanza della Consulta del Volontariato e la bontà dei progetti proposti dalle associazioni, è stato possibile incrementare il budget a disposizione della Consulta che da 25 mila passa ad euro 29 mila euro.

L’assestamento generale di bilancio ha anche tenuto conto dei finanziamenti per lo scolmatore (33 milioni di euro) e per la rigenerazione urbana con conseguente messa in sicurezza dell’ultimo piano della scuola media V.G. Rossi (circa 500 mila euro): due interventi attesi da tempo in città e che l’amministrazione sta lavorando per concretizzare a breve termine.

Altra pratica, votata ieri dalla maggioranza, è stata quella relativa al recupero del “vecchio ospedale” di via Roma. Il consiglio comunale, a seguito dei pareri degli enti sovraordinati, ha accolto due osservazioni limitando l’aumento volumetrico complessivo della ricostruzione e non autorizzando la delocalizzazione in via Belvedere dell’ampliamento.

La seduta è stata aperta da un minuto di silenzio per le vittime degli atti di terrorismo di Parigi e da un pensiero, dell’assessore Beatrice Tassara, sulla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.