Quantcast
Pallanuoto

Supercoppa, Amedeo Pomilio: “Pensiamo ad esprimere il nostro potenziale”

A Sori si contendono il trofeo Pro Recco e Posillipo

Recco. L’ora è scoccata. Il countdown è arrivato inesorabilmente molto vicino al suo epilogo e la prima partita con in palio un trofeo davvero considerevole è alle porte.

Pro Recco Waterpolo 1913 contro CN Roberto Zeno Posillipo non è semplicemente una sfida da definire “derby d’Italia”, bensì si stratta della finale valida per la Supercoppa europea 2015.

Da una parte in campioni d’Europa della Champions League e dall’altra quelli della Coppa Len. Pro Recco-Posillipo, sfida che profuma di storia, leggenda e duelli epici. Onore ad entrambe. Tuttavia soltanto una potrà alzare al cielo la cornucopia argentata che vale la corona di regina d’Europa.

Tutto in un’ora di gioco, tutto in una notte e tutto nella piscina “Comunale” di Sori alle ore 20,30.

Davanti, in prima linea, si schiera sempre il comandante, lo stratega, biancoceleste: mister Amedeo Pomilio. Insieme a lui tutta la guarnigione recchelina unita e coesa, pronta a coprirsi i fianchi l’un l’altro.

Mister Pomilio, finalmente il tempo è maturo, arriva la prima finale. Cosa ne pensa?
“Esattamente, è proprio così. Come tutte le finali vanno affrontate come tali, sicuramente bisogna esprimersi al meglio senza perdere la testa”.

La sfida contro il Posillipo può essere già considerata la prima cartina al tornasole della stagione?
“Sicuramente, essendo la prima partita quest anno in cui c’è un trofeo in palio, è necessario esprimere sia individualmente sia come squadra il nostro potenziale. Così deve essere”.

A questo punto della stagione, dopo due mesi di lavoro e prima di un crocevia così importante, che idea si è fatto?
“Io penso che abbiamo fatto tanti passi in avanti, ne dobbiamo ancora fare altrettanti per migliorare il livello di ognuno e quello collettivo; del gruppo e della squadra”.

Che Posillipo si aspetta?
“Ci troveremo davanti un avversario combattivo. In una finale tutti danno il meglio, mi aspetto un Posillipo così. Sicuramente hanno giocatori di primo livello che meritano l’attenzione dovuta”.

Sarà una gara con una cornice ricca di pubblico. Quanto può aiutare?
“I nostri tifosi fanno parte della nostra famiglia e per noi sono fondamentali. Con il loro entusiasmo e il loro calore ci trascinano ovunque e in ogni momento”.