Quantcast
Altre news

Settimana europea per la riduzione dei rifiuti: a Genova lo Swap party

Genova. In occasione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti (21/29 novembre) patrocinata dal Parlamento Europeo, il Comune di Genova vuole sensibilizzare i cittadini e soprattutto i giovani sulla sostenibilità e sulla corretta gestione dei rifiuti attraverso una serie di iniziative.

Fondamentale è il contributo dato dalle associazioni attente ai temi ambientali – e in particolare alla riduzione dei rifiuti e al riciclo – organizzatrici di diversi e interessanti eventi.

Sabato 28 novembre dalle 15.30 alle 18.30 Matermagna, in collaborazione con il Gruppo Genitori spontanei e l’associazione Liberi/e forti, ha organizzato uno swap party di oggetti per bimbi da zero a dieci anni. Chiunque può portare l’oggetto che vuole – pulito e in buono stato – e scambiarlo con altri genitori. Alla fine della giornata tutto ciò che non verrà scambiato potrà comunque avere nuova vita destinandolo alla fabbrica del riciclo. Vestitini, seggioloni, giocattoli e tanto altro… “Prolungare” l’utilizzo degli oggetti dei propri bambini, condividendo cose utili e concorrendo a ridurre i rifiuti, non soltanto si può, ma rappresenta una “buona pratica”.

Nel corso del pomeriggio, alle ore 16, l’Officina del Giocattolo proporrà un laboratorio gratuito per bambini dai 3 agli 11 anni; a seguire, attorno alle ore 17, merenda offerta a tutti i partecipanti. Lo swap è un evento “SCEC friendly”: ogni partecipante riceverà degli SCEC (buoni solidali), che verranno utilizzati per facilitare gli scambi.

“Palazzo Verde è la location naturale per questo tipo di manifestazioni” dice l’Assessore all’ambiente Italo Porcile, “La struttura infatti svolge attività di informazione ed educazione per studenti, docenti, enti, associazioni sulle tematiche green. Tra queste ci sono – naturalmente – anche quelle del riciclo e del riuso. In particolare a Palazzo Verde viene sviluppata, anche grazie a speciali laboratori, l’idea della quantità di energia consumata nei cicli produttivi che accompagnano il rifiuto, da quando esso è in produzione fino al suo completo smaltimento. Tra i focus dei percorsi didattici ci sono poi i rifiuti veri e propri, le diverse tipologie, gli impatti ambientali e – appunto – i temi del riciclo e del riuso. Ringrazio le Associazioni in rete a Palazzo Verde per l’intensa attività che svolgono e il gruppo genitori che ha saputo creare un network virtuoso votato al riciclo”.

Più informazioni