Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie C1: Cogoleto e Amatori Genova tornano alla consuetudine risultati

Quarta vittoria per i gialloblù, quinta sconfitta per i blaugrana

Sant’Olcese. Riparte il Cogoleto, dopo la sconfitta di Savona, e si conferma la seconda forza del campionato battendo in trasferta il Cuneo Pedona. Un successo ancor più netto rispetto a quello dell’andata, maturato in scioltezza, mostrando un’evidente superiorità rispetto ai piemontesi.

Segnando due mete nei primi quindici minuti di gioco i gialloblù hanno incanalato la partita sui giusti binari. Non mancano però le risposte dai padroni di casa che a sprazzi riprendono possesso del gioco, riuscendo così a marcare quattro mete durante l’incontro e a guadagnare il punto bonus previsto da regolamento.

In line di massima il Cogoleto gestisce meglio le rimesse laterali, i punti d’incontro e propone un bel gioco di trequarti, aiutato anche dalla poca pressione in fase difensiva dei biancoblù.

Il Cuneo Pedona propone tenacia e determinazione ma i molti falli fatti ed il gioco piuttosto statico portano un maggiore dispendio di energie ripetto agli avversari che amministrano meglio l’incontro e chiudono vincitori con il punteggio di 27 a 57.

Così come all’andata, 9 punti separano Union Riviera e Amatori Genova, battuti dagli imperiesi sul campo di Sant’Olcese. I blaugrana, com’era avvenuto quattro settimane prima con il Cogoleto, giocano alla grande per oltre un tempo, portandosi sul 19-3, poi subiscono la rimonta ospite, con un parziale di 3-28, accusando una mancanza di tenuta atletica.

Non sono bastate tre mete di Mastracci, l’ultima in condivisione con Girardini, per mettere sotto chiave una partita che ha visto il ritorno del Riviera, i cui giocatori si sono rivelati alla fine più cinici e spietati dei genovesi.

Partita equilibrata fino al 15°, quando si registra un calcio di punizione sbagliato dall’Imperia che ne ottiene un altro tre minuti dopo per crollo della mischia: questa volta non sbaglia ed il risultato si sblocca. Si scuotono gli Amatori che attaccano con convinzione e al 21° trovano la meta con Mastracci, ben assistito dagli avanti. La reazione dell’Imperia viene ben contenuta dai locali, che difendono splendidamente su due rolling-maul avanzanti; sulla seconda la palla viene recuperata e sulla ripartenza è ancora Mastracci a finalizzare l’azione in meta che questa volta Tazio non trasforma (12-3).

I bianchi rivieraschi sono scossi e quattro minuti dopo, al 32°, incassano la terza meta: il pallone viene portato oltre la linea e schiacciato in tandem dal duo Mastracci-Girardini; Tazio non fallisce e siamo 19 a 3. Questa volta la reazione dell’Imperia è più concreta e l’ennesima rolling-maul viene finalizzata per l’inizio della rimonta (19-10) anche se il tempo si chiude con una splendida percussione di Mastracci, il quale scarica il pallone troppo tardi su Gio Rattazzi, che si infortuna nel placcaggio.

Si riprende con tutta un’altra musica; l’Imperia attacca e gli Amatori difendono con affanno ma già al 2° incassano la seconda meta per il 19-17. La reazione c’è ma mancano le gambe e la lucidità di fare le scelte giuste al momento giusto. Su una palla recuperata sui suoi ventidue il mediano di apertura imperiese si inventa uno slalom tra le due linee dei difensori blaugrana che lo guardano passare senza intervenire e va a segnare il 19 a 24. E’ il 15° e la partita è segnata.

Gli Amatori ci provano ma falliscono ancora un ghiotta occasione non riuscendo a schiacciare la palla dopo aver carrettato gli avversari sin dentro la loro area di meta. Subito dopo però ottengono un calcio di punizione che trasformato li riporta a ridosso degli avversari per il 22-24. La compagine genovese tenta generosamente un ultimo assalto, il risultato è alla portata ma si sbilancia in avanti e fatalmente subisce la quarta meta, al 35°, che toglie un meritato punto di bonus.

Gli Amatori Genova, guidati da Marshallsay P. e Borzone, hanno schierato: 15 Falchi A., 14 Rattazzi F., 13 Colloca T., 12 Filippone R., 11 Ferraris F., 10 Marcellino T., 9 Sartorio C., 8 Palomba N., 7 Rattazzi G., 6 Di Nardo R., 5 Girardini F., 4 Viancini S., 3 Della Valle M., 2 Mastracci M., 1 Valenzuela J.; 16 Mazzarello A., 17 Piano E., 18 Caruso S., 19 Giacobbe E., 20 Fezzardi E., 21 Terzi S., 22 Marshallsay D.