Quantcast
Pallanuoto

Serie A1: la Pro Recco prosegue nella sua corsa a punteggio pieno fotogallery risultati

I campioni d'Italia rifilano 18 reti alla Florentia

PRORECCO -FLORENZIA SERIE A1

Sori. La Pro Recco arriva all’appuntamento con la Florentia a punteggio pieno in classifica. Amedeo Pomilio decide di lasciare in tribuna Massimo Giacoppo, duramente impegnato nella sfida di Champions League di mercoledì contro il Partizan Belgrado, così come Stefano Tempesti che lascia spazio a Pastorino tra i pali.

Di Fulvio sulla palla, scatto del pescarese e primo possesso Pro Recco; il duo arbitrale fischia forte e la squadre si stringono in un lungo abbraccio, rivolto alle vittime di Parigi, della Francia e del mondo intero, durante il minuto di raccoglimento.

Si può cominciare. Il primo gol arriva dopo un minuto di gioco: è il solito Sukno ad aprire le danze; l’attaccante croato trafigge Mugelli dal perimetro sugli sviluppi di una superiorità numerica. Il raddoppio arriva poco più tardi, quando Pastorino, dalla propria porta, vede Ivovic partire in controfuga; l’estremo difensore serve il compagno di squadra che a tu per tu con il portiere fiorentino non può sbagliare.

Il +3 si fa attendere per qualche minuto, in cui Pastorino evita più volte la prima rete gigliata; a 57″ è ancora una volta Ivovic (questa volta con l’uomo in più) a portare il parziale sul 3-0. Parziale che cambia dopo 52 secondi: è Andrea Fondelli a calare il poker recchelino.

L’inizio di secondo tempo è tutto targato Figlioli: il numero 4 vicecapitano conquista la palla al centro e pochi minuti più tardi ruba un’importante azione in difesa ai biancorossi; Figlioli parte in controfuga e nessuno riesce a stargli dietro. Arrivato davanti alla porta vede Bodegas libero e lo serve, è il 5 a 0. Il sesto gol di casa porta la firma di Niccolò Figari: anche il numero 9, lasciato al tiro, non si fa attendere.

La Florentia, però, reagisce poco più tardi; la traiettoria insidiosa della palombella disegnata da Oneto Gomes sorprende il perfetto Pastorino che poco più tardi neutralizza un altra palomba sempre dello stesso numero 9 gigliato.

La partita è giocata su ritmi non troppo elevati e in questo momento della gara la Florentia incassa i movimenti e i colpi inferti dai padroni di casa. il gol numero 7 e numero 8 arrivano grazie a due azioni personali: la prima porta la firma di Aicardi che dopo aver ricevuto al centro si libera della marcatura e sorprende Mugelli con un prezioso pallonetto. Il nono gol è, invece, da attribuire a Dusan Mandic che con il suo sinistro temibile trafigge il portiere toscano sopra la testa.

È ancora una volta il numero 3 ad andare a rete; cambia l’azione, il gol è a uomo in più, ma non la potenza e la precisione nel tiro che va a incastrarsi tra la traversa e la testa di Mugelli: risultato sul 9 a 1.

Parte il terzo quarto ed è subito controfuga Pro Recco; a portarla è Francesco Di Fulvio il quale giunto davanti a Mugelli lo supera con un tiro veloce e preciso. La Florentia però è viva e, nonostante ripetuti salvataggi di Pastorino, riesce a far segnare la seconda marcatura: è Dani da posizione due ad andare a rete. Da lì poco la squadra toscana segna anche la terza rete e la firma è quella di Bruni, a cui si aggiunge il gol di Astarita.

La Pro Recco, però, reagisce subito alla sbandata e prima con Ivovic a uomo in più e dopo con Aicardi va a bersaglio. Il gap, quindi, è ristabilito a +9 grazie a Fondelli che dal perimetro trafigge il neo entrato Cicali. Il gol numero 14 arriva dalle mani di Niccolò Figari a pochi secondi dalla terza sirena.

Il quarto tempo si apre così come si era chiuso, ovvero con la Pro Recco in rete: è Figlioli ad andare a trafiggere Cicali sul palo lungo. Mandic in superiorità e Di Fulvio a uomini pari: adesso il risultato è di 17-4 per la squadra locale. Il portiere di casa è stato protagonista più e più volte durante tutta la gara e a 4 minuti dal termine sale in cattedra: Bruni conquista un rigore. Fischia Bianchi e Pastorino si distende andando a neutralizzare la massima punizione battuta da Panerai.

Poco meno di due minuti al termine Matteo Aicardi raccoglie dal palo, in superiorità, il passaggio arrivato dal perimetro e lo deposita in rete. Cicali vuole imitare il Pastorino e ci riesce, quando Aicardi conquista un fallo da rigore, Figlioli si incarica della battuta ma l’estremo difensore gigliato va a neutralizzarlo.

Finisce così, con il figlio d’arte Vannini in acqua (il più giovane della Serie A1) e con la Pro Recco che continua nella sua marcia.

Il tabellino:
Pro Recco Waterpolo 1913 – Rari Nantes Florentia 18-4
(Parziali: 4-0, 5-1, 5-3, 4-0)
Pro Recco Waterpolo 1913: Tempesti, Di Fulvio 2, Mandic 3, Figlioli 1, Giorgetti, Sukno 1, Fondelli 2, Aicardi 3, Figari 2, Bodegas 1, Ivovic 3, Gitto, Pastorino. All. Amedeo Pomilio.
Rari Nantes Florentia: Mugelli, Colombo, Generini, Dani 1, F. Panerai, Turchini, Brancatello, Bruni 1, Oneto Gomes 1, Vannini, Astarita 1, L. Panerai, Cicali. All. Andrea Bruschini.
Arbitri: Bianchi e Magnesia. Delegato Fin: Tenenti.
Note. Superiorità numeriche: Pro Recco 6 su 9 più 1 rigore fallito, Florentia 0 su 3 più 1 rigore fallito. Usciti per limite di falli Colombo e Generini nel quarto tempo.