Quantcast
Cronaca

Recall per ‘smemorati’ e un’ambulatorio mobile: l’Asl 3 in campo per battere le liste d’attesa

Grazie al numero verde 800185055 gli utenti possono chiedere il rispetto del codice di priorità sulle visite specialistiche

Genova. “Ogni giorno una decina di anziani – spiega il commissario della Asl 3 genovese, Luciano Grasso. – ci ringraziano per avergli ricordato l’appuntamento con il medico o per le analisi”. È’ questo riscontro, oltre ovviamente ai numeri presentati in conferenza stampa, a dimostrare il successo di una delle iniziative che l’azienda ha messo in atto per trovare una prima soluzione alle liste di attesa.

L’iniziativa di “recall” della Asl 3, attiva dal 12 ottobre 2015, sulle visite cardiologiche, urologiche, dermatologiche vascolari e d idoneità agonistica, ha permesso, grazie alle 11808 telefonate, di recuperare oltre 300 prestazioni che gli utenti avevano dimenticato. Un primo passaggio, per portare la sanità al servizio del cittadino, seguito all’attivazione del numero verde 800185055 che raccoglie le segnalazioni di appuntamenti, per le visite specialistiche monitorate dal Ministero della sanità, con un tempo di attesa non in linea con il codice di priorità presente sulla richiesta. È ancora, l’apertura di alcuni ambulatori al sabato e l’avvio, a breve, di un ambulatorio mobile che viaggerà nei paesi dell’entroterra genovese per rispondere al bisogno della popolazione, principalmente più anziana, in merito alle analisi e alla prenotazione di visite e ritiro referti.

“È’ un’altra promessa mantenuta – ha spiegato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti – abbiamo presentato un crono programma con le cose che avremmo fatto, l’ abbiamo chiuso Due giorni fa presentando il growth Act, abbiamo presentato il piano casa, la legge sulla raccolta differenziata dei rifiuti. Oggi un’ altra promessa mantenuta con il percorso per abbattere le liste d’ attesa nella nostra principale città che è Genova dove siamo già partiti con un progetto ben fatto”.

Una misura che, visti gli ottimi risultati, potrà essere estesa, a breve, anche nel resto della Liguria. “I segnali che abbiamo dato – ha spiegato il vicepresidente Sonia Viale – fanno ben sperare anche per il resto del territorio. Si tratta di un modo diverso, è positivo, per gestire la cosa pubblica”. Viale ha, inoltre, annunciato che dopodomani si svolgerà, a Genova, la riunione della commissione bilaterale con la Lombardia alla quale parteciperà anche il Presidente Roberto Maroni.