Quantcast
I dettagli

Pulizia e decoro della città, via a interventi straordinari per un milione e 700 mila euro

Disposta la pulizia straordinaria delle vie nei pressi di versanti a rischio idrogeologico, intervento ad hoc per il sito archeologico dei giardini Luzzati

Savona, tombino invaso dalle erbacce

Genova. Quasi un milione 1 milione e 700 mila euro per interventi straordinari di pulizia e decoro della città che saranno affidati nei prossimi giorni ad Amiu. Li ha stanziati la giunta del Comune di Genova per la pulizia di crêuze, caditoie, scarpate e bonifica di discariche abusive, interventi di riqualificazione in Piazza Caricamento, nel sito archeologico dei Giardini Luzzati e nel sottopasso Cadorna, e più attenzione, in collaborazione con ASTER, ai parchi e ai giardini storici della città.

Il programma è stato illustrato stamattina a Palazzo Tursi dall’assessore all’Ambiente Italo Porcile e dall’’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni Giovanni Crivello, che ha anche il punto anche sui principali interventi di manutenzione appena conclusi da ASTER.

“Tra la fine del 2015 e i primi mesi del 2016, in un momento di difficoltà per l’Azienda e di riorganizzazione dei servizi ad essa affidati, grazie a questo nuovo impegno del Comune – ha spiegato l’assessore Italo Porcile – saranno realizzati interventi utili per la difesa e la cura del territorio in molte parti della città e, in particolare, in quelle aree maggiormente esposte a nuovi rischi ambientali connessi con gli eventi alluvionali”.

“Le manutenzioni sono una priorità per l’Amministrazione comunale – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici e alle Manutenzioni Giovanni Crivello – che molto spesso si scontra con le rigidità del bilancio. Oggi siamo in grado di annunciare un programma straordinario di interventi che si aggiunge a una serie di lavori che il Comune sta portando avanti e, in molti casi, ha ultimato. Naturalmente ci rendiamo conto che c’è ancora molto da fare, ma l’impegno di questa amministrazione è massimo, soprattutto tenendo conto che su alcune aree è necessario intervenire per mitigare i rischi derivanti dagli eventi atmosferici”.

Gli interventi affidati ad AMIU
Già da alcuni mesi il Comune ha chiesto ad Amiu uno sforzo maggiore perché la qualità e la quantità dei servizi erogati sia percepita con risultati visibili e duraturi. Oggi si aggiunge un impegno di spesa straordinario che consentirà di incrementare e rendere più efficaci alcuni servizi strategici e insieme di risolvere situazioni di degrado e incuria che da anni caratterizzano alcune aree cittadine. Le attività individuate attengono alle diverse sfere di intervento: il diserbo meccanico della viabilità collinare pedonale (scalinate e crêuze), la pulizia manuale delle caditoie presenti sulla viabilità collinare pedonale e nel centro storico cittadino, la Ulteriori interventi di pulizia meccanica delle caditoie stradali presenti sulla viabilità dei fondovalle e nelle aree esondabili e la messa in sicurezza e/o salvaguardia di versanti afferenti ad aree a rischio idrogeologico e pulizia dei rifiuti abbandonati in alcune aree comunali.

Per quanto riguarda la messa in sicurezza e salvaguardia di versanti afferenti ad aree a rischio idrogeologico e pulizia dei rifiuti abbandonati in alcune aree della città, le zone già individuate sono via Trensasco (bacino del Torrente Bisagno), via Poligono di Quezzi (bacino del Torrente Bisagno), via Loria, via Inferiore Porcile, via Società Ottava Case (bacino del Torrente Chiaravagna) e via Montefasce.

Per quanto riguarda gli interventi di bonifica e riqualificazione di zone interessate da discariche abusive e abbandono di ingombranti, ancora una volta saranno spese ulteriori ingenti risorse pubbliche per rimediare a danni ambientali gravi creati dall’inciviltà di pochi cittadini. Diventa sempre più indispensabile quindi associare a queste attività di bonifica, con il coinvolgimento di tutti gli enti preposti, un’azione più incisiva di prevenzione e controllo del territorio.

Con una parte delle risorse sarà inoltre possibile realizzare interventi di riqualificazione attesi da anni.
Tra questi si segnalano il riordino e la modifica delle postazioni multiraccolta di Piazza Caricamento, la pulizia e bonifica del sito archeologico dei Giardini Luzzati-Piazza delle Erbe, la pulizia del sottopasso Cadorna di cui si è recentemente discusso in consiglio comunale e molti altri che saranno concordati con i Municipi nelle prossime settimane e che garantiranno risposte tempestive in ambiti cittadini che presentano criticità maggiori quali, ad esempio, alcune zone di Sampierdarena e delle vallate. Infine, in stretta relazione con i servizi già attivi a cura di ASTER, con una parte delle somme recuperate si vorrebbe porre maggior attenzione anche alla cura e manutenzione di Parchi e Giardini storici della città.

Per quanto riguarda il piano straordinario 2015 delle manutenzioni, per il quale sono stati stanziati 10.390.000 Euro a integrazione dei 12 milioni di Euro già previsti nel contratto di servizio con Aster, il Comune ha focalizzato la sua azione sulla sicurezza e la cura del territorio. A oggi sono stati realizzati complessivamente 319mila metri quadrati di asfaltature (pari a oltre 40 km), ripristinati 7.650 metri quadrati di marciapiedi e rinnovati 301 apparecchi illuminanti, 185 sono stati gli interventi sulle reti bianche, 21mila i metri cubi di materiali eliminati sui rivi, 2.306 gli interventi di potatura e di riqualificazione del verde. Attualmente sono in corso tre importanti interventi di riqualificazione: in via De Nicolay a Pegli, in corso Torino e in via Balleydier a Sampierdarena, mentre è stato recentemente approvato il progetto integrato di Mura delle Cappuccine a Carignano. E’ prevista una risistemazione generale dell’area, con lavori che interesseranno le pavimentazioni, i parcheggi, il verde e l’arredo urbano con l’obiettivo di restituire alla piena vivibilità dei cittadini una zona panoramica di grande pregio ambientale.